CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

coronavirus

Nuovi casi a Cossoine e Perfugas, migliora la situazione a Usini

A Banari sono tre i cittadini positivi al Covid-19. Scuola media chiusa a Luras
cossoine (foto caria)
Cossoine (foto Caria)

Sale a sei il numero dei cittadini di Cossoine contagiati dal coronavirus. L'ultimo in ordine di tempo è emerso dopo la seconda campagna di screening voluta dal comune in cui sono stati effettuati 459 tamponi.

"Si tratta - ha spiegato il sindaco, Sabrina Sassu - di una persona che era già in isolamento da alcuni giorni. Le sue condizioni sono buone e non destano preoccupazioni".

RESOCONTONella giornata di oggi, avevamo previsto una bella giornata di prevenzione Covid. In via di programmazione ...

Pubblicato da Comune di Cossoine su Domenica 29 novembre 2020
Il post del Comune di Cossoine

Migliora la situazione a Usini, dove scende a 36 il numero delle persone contagiate. Sono nove i guariti negli ultimi giorni.

Tra i positivi il sindaco, Antonio Brundu. "Spero di rientrare al più presto al mio lavoro - ha dichiarato il primo cittadino -. Chiedo ai miei cittadini di rispettare le regole. Capisco i disagi, ma ognuno di noi deve fare la sua parte".

È stata decisa la riapertura della scuola primaria e della secondaria di primo grado, mentre resteranno chiusi, sino al 9 dicembre, il Parco del Lavatoio "Su Trogliu" e quello delle Rimembranze.

C'è un nuovo caso di coronavirus anche a Perfugas, dove procede spedita la campagna di screening voluta dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco, Giovanni Filiziu.

A Banari sono tre i cittadini positivi al Covid-19 e sette quelli in isolamento. Sono guarire, invece, le altre due persone contagiate dal virus nelle scorse settimane.

"Continuiamo a tenere alta la guardia - ha sottolineato il sindaco, Antonio Carboni -. La situazione è costantemente monitorata".

A Luras, invece, è stata chiusa la scuola secondaria di primo grado. La decisione è stata presa, con un'ordinanza, dal sindaco Marisa Careddu dopo che una persona che lavora nella struttura ha iniziato a manifestare sintomi riconducibili al coronavirus. "Il soggetto - spiega il primo cittadino è in malattia ed è in attesa del tampone molecolare da parte dell'Ats. Dopo l'esito decideremo se è quando riaprire la scuola. Vogliano tutelare studenti, personale e docenti".

Intanto migliora la situazione sanitaria nel paese gallurese: dopo che nei giorni scorsi si era arrivati anche a 14 persone contagiate, ora i casi sono scesi a nove dopo che altre due persone sono state dichiarate guarite. "È una buona notizia - ha dichiarato Careddu -. Continuiamo a rispettare le regole".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}