CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

la vicenda

Palazzo bruciato ad Alghero, da tre anni i condomini ancora senza casa

Il sindaco ha incontrato una delegazione degli inquilini dell'edificio reso inagibile
l incontro con i condomini (foto ufficio stampa)
L'incontro con i condomini (foto ufficio stampa)

Lavori di ricostruzione al palo e condomini ancora impossibilitati a rientrare nelle proprie case.

Il 18 luglio del 2017 le fiamme partite dal seminterrato del magazzino di "Risparmio Casa" ad Alghero resero il palazzo inagibile. Il sindaco Mario Conoci insieme al vicesindaco Giovanna Caria, al segretario generale Pierino Arru e i legali dell'avvocatura comunale, hanno incontrato le famiglie proprietarie degli appartamenti dell'immobile di via Vittorio Emanuele.

Una delegazione dei 50 condomini che hanno concordato sul fatto che sarebbe più dannoso coprire la vista del palazzo, quasi a voler nascondere e dimenticare il problema, "mentre invece è necessario che non si abbassi il livello di interesse da parte di tutti affinché si giunga ad una conclusione nei tempi più rapidi, accelerando procedimenti civile e penale in corso, perizie e bonifiche", sostiene il sindaco.

I condomini chiedono aiuti economici per affrontare le spese della ricostruzione e l'attivazione di iniziative per la raccolta fondi.

"L'Amministrazione ha indicato concretamente la strada per iniziative appropriate in merito ai tributi comunali sui quali è possibile intervenire e ha assunto l'impegno di valutare tutte le proposte illustrate nell'incontro - ha aggiunto il primo cittadino Conoci - ma è chiaro che l'obiettivo principale è arrivare alla soluzione definitiva che tutti attendono e, in particolare, il rientro in possesso delle abitazioni e dell'immobile nel suo complesso".

Si attende l'individuazione di un percorso che possa portare ad una soluzione di una situazione precaria da troppo tempo.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}