CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

l'iniziativa

Porto Torres, discesa ecologica: in canoa per salvare il rio Mannu

Si parte il 2 giugno alle 10 di mattina, due chilometri e mezzo di discesa
il rio mannu (foto l unuione sarda pala)
Il rio Mannu (foto L'Unuione Sarda - Pala)

Dalla sorgente alla foce del fiume, due chilometri e mezzo di discesa in canoa e kajak per dare voce al Rio Mannu, il corso d'acqua in sofferenza immagine reale della storia di Porto Torres.

Il 2 giugno il fiume che sfocia nel golfo dell'Asinara diventerà protagonista di un'azione di sensibilizzazione sullo stato di inquinamento in cui versa: la quinta discesa ecologica organizzata dal Lions club di Porto Torres con il patrocinio del Comune di Porto Torres.

L'obiettivo della manifestazione è risvegliare l'interesse di tutta la popolazione e stimolare la scoperta di un bene della comunità violato da rifiuti di ogni genere che hanno compromesso la sua salute. Almeno trenta sportivi, a bordo di canoe e kayak, percorreranno il corso d'acqua documentando con fotografie e video il percorso, le sue criticità, vivendo il fiume con l'obiettivo di valorizzarlo e difenderlo.

La discesa ecologica del rio Mannu si è tenuta per la prima volta nel 1997 ed è stata un appuntamento fisso sino all'anno duemila. "Ci siamo sempre occupati di mettere in luce quanto c'è di bello nel nostro territorio e di risvegliare le coscienze - ha detto Vincenzo Carcangiu, attuale presidente del Lions club di Porto Torres - vogliamo far capire ai cittadini e agli enti che questo fiume deve tornare al centro dell'attenzione. Oggi parliamo di ambiente, e se l'ambiente non viene custodito e curato può arrecare problemi. Voglio ringraziare tutti coloro che si sono impegnati in questa iniziativa, c'è stato un grande impegno di tutto il team del Lions e del gruppo di canoisti, volontari, e delle amministrazioni che rendono possibile la manifestazione".

Per il sindaco Sean Wheeler sarà un'occasione per riportare l'attenzione sul rio Mannu. "Noi andiamo avanti con i nostri programmi, come il Pit fluviale - spiega il sindaco - il piano integrato territoriale, grazie al quale programmeremo interventi non solo di sicurezza ma anche di tipo paesaggistico".

Si parte il 2 giugno alle dieci circa (con raduno a partire dalle 9,30) nella località chiamata del "terzo ponte" del rio Mannu. All'arrivo, previsto alla foce del fiume intorno alle 12, si terrà una cerimonia di consegna delle medaglie celebrative, con la partecipazione anche di Leda Pupa, coordinatrice del governatore del distretto del Lions.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...