CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

il processo

Pazienti giù dai letti, nudi e scalzi: "Condannate i responsabili Aias"

Il pm: "4 anni e mezzo per Vittorio Randazzo e Sandra Murgia, accusati di "maltrattamenti"
un frame di un video registrato dai carabinieri nella sede aias di decimomannu
Un frame di un video registrato dai carabinieri nella sede Aias di Decimomannu

Quattro anni e mezzo di reclusione: è la pena sollecitata ieri dal pm Liliana Ledda a carico di Vittorio Randazzo e Sandra Murgia, direttore amministrativo regionale dell'Aias e responsabile della sede di Decimomannu, nel processo per i maltrattamenti subiti dagli ospiti in quell'edificio.

I due dirigenti secondo la Procura non potevano ciò che accadeva.

Le difese parleranno il 26 aprile.

È la seconda tranche di un procedimento che si è concluso con tre condanne e otto patteggiamenti a carico di altrettanti lavoratori.

L'indagine era stata avviata nel luglio 2014 dopo l'arrivo in Procura a Cagliari di una denuncia nella quale una lavoratrice di quel centro Aias segnalava "fatti" da lei ritenuti "gravi e meritevoli" di un "intervento immediato delle forze dell'ordine".

Pazienti "maltrattati e trascurati, buttati giù dai letti, messi in fila nudi e scalzi nell'andito in attesa della doccia" fatta "in un unico bagno per non sporcare gli altri".

I carabinieri del Nas e della sezione di polizia giudiziaria nel marzo 2015 avevano sistemato microspie e telecamere e sentito e osservato le umiliazioni, gli insulti, gli schiaffi e i calci rivolti agli ospiti. Nel gennaio 2016 gli arresti ai domiciliari di molti imputati.

Andrea Manunza

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...