CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

gli aggiornamenti

Tutti positivi gli ospiti della casa di riposo di Ghilarza: arrivano i medici Ats

Sono affetti dal Covid 26 anziani e 12 operatori della cooperativa. Nuove positività ad Abbasanta e Paulilatino
la casa di riposo (foto orbana)
La casa di riposo (foto Orbana)

Si è conclusa la visita dei medici dell'Ats alla casa di riposo di Ghilarza dove tutti i 26 anziani ospiti della struttura e 12 operatori della cooperativa che la gestisce sono risultati positivi al Covid.

“Non hanno disposto alcun ricovero. Un anziano di Ghilarza che si è negativizzato è stato portato a casa dai parenti”, precisa il sindaco Stefano Licheri. Era stato lui stamattina, con una nota inviata alla direzione generale della Assl di Oristano, a sollecitare l'intervento dei medici dell'Ats per valutare le condizioni degli anziani e verificare se eventualmente fosse necessario qualche ricovero. Della questione si è subito interessato anche il Prefetto di Oristano.

Intanto a Ghilarza scatta la quarantena in un asilo pubblico. Il sindaco Licheri spiega: "L'Istituto comprensivo ha comunicato che le attività scolastiche della sezione C, D, E della scuola dell'infanzia di via 16 marzo sono ancora sospese in quanto alunni e docenti sono stati posti in quarantena. Si precisa che i familiari non sono da considerarsi in quarantena. Non appena l'ATS notificherà la data di fine quarantena all'Istituto comprensivo, provvederemo a darne immediata comunicazione". Nei giorni scorsi si è registrata la positività di una persona tra il personale della mensa scolastica. Per questo motivo si è resa necessaria la quarantena per le classi.

Il numero dei positivi continua a crescere ad Abbasanta. "Questa mattina - fanno sapere dal Comune - l'Azienda Tutela Salute ci ha comunicato altri casi di positività al Covid-19". Quindi precisano: "Su 58 casi iniziali abbiamo attualmente 23 guariti e 35 positivi, alcuni di essi riconducibili ad alcuni nuclei familiari. Pertanto, chiediamo di evitare le visite e gli incontri con parenti e amici se non strettamente necessarie per contrastare il più possibile il diffondersi del virus". Nel Guilcier nelle ultime settimane sembra che i contagi abbiano subito un'impennata proprio all'interno delle reti parentali e di amici.

Nuova impennata di contagi a Paulilatino. Nel paese del Guilcier pochi giorni fa sono stati eseguiti circa 120 tamponi molecolari e oggi è arrivato l’esito: altre 11 le persone contagiate dal Covid, per lo più giovani. Tra i positivi anche un assessore e proprio per questa ragione il Municipio è stato di nuovo sanificato. A darne notizia all’ora di cena è stato il sindaco Domenico Gallus con un video messaggio ai cittadini. “La cosa peggiore è che buona parte dei contagiati sono giovani, c’è anche una bambina di 11 anni – ha spiegato il primo cittadino -. Questo significa che a Paulilatino il virus sta circolando. Le persone colpite sono per lo più asintomatiche o hanno sintomi lievi”. Dall’inizio della pandemia a Paulilatino ci sono stati 43 casi Covid (i primi ad ottobre) e attualmente ad essere positivi al virus sono in 35. Il sindaco quindi chiarisce: “E’ chiaro che la quarantena è obbligatoria anche per i conviventi delle persone risultate positive. I ragazzi devono inoltre capire che devono stare attenti: portano il virus a casa e possono contagiare i genitori, i nonni, le persone più fragili. Attualmente i positivi hanno una fascia d’età compresa tra i 67 e gli 11 anni. I più sono giovani”. Quindi Gallus ha aggiunto: “Non voglio più vedere ragazzi in giro senza mascherina: anche in questi giorni mi è capitato di rimproverarli. Raccomando l’utilizzo della mascherina, l’igienizzazione delle mani e il distanziamento. Sono cose fondamentali”. Sono invece risultati per fortuna tutti negativi i tamponi al centro anziani sia tra gli ospiti della struttura che tra gli operatori.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}