CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

l'ordinanza

San Vero Milis: l'acqua delle borgate marine non è nuovamente potabile

E su Facebook i cittadini si scagliano contro l'amministrazione comunale
la borgata marina di mandriola (foto s pinna)
La borgata marina di Mandriola (foto S. Pinna)

Una storia infinita che si ripete. Il sindaco del Comune di San Vero Milis Luigi Tedeschi questo pomeriggio ha firmato l'ennesima ordinanza per vietare l'utilizzo dell'acqua per uso alimentare nelle borgate marine di Mandriola, Sa Rocca Tunda, S'Arena Scoada, Putzu Idu e Su Pallosu.

Questo dopo che la Assl di Oristano ha rilevato la "non conformità dell'acqua destinata al consumo umano". In sostanza i parametri della risorsa idrica sono nuovamente alterati. Un grave problema che va avanti ormai da quasi due anni.

Puntualmente, quasi ogni mese, l'acqua presenta dei parametri non a norma. Il Comune ad oggi però non è mai riuscito a risolvere il problema. L'ultima ordinanza risale al 4 dicembre scorso. In quel caso il primo cittadino aveva vietato l'utilizzo dell'acqua per l'esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria proprio sugli impianti di potabilizzazione in località S'Aneighedda e Capo Mannu. Poi tutto era tornato alla normalità.

Oggi invece un nuovo divieto che come sempre causa innumerevoli disagi agli abitanti delle borgate marine. L'ordinanza è stata pubblicata anche nel sito istituzionale. Ma anche nella pagina Facebook del Comune di san Vero Milis. Tantissimi i commenti contro gli amministratori: "Vergogna", "Non è possibile che ogni mese per 15 giorni l'acqua non sia potabile. Consultate un esperto, un tecnico o un mago", "Assurdo". E tanto altro ancora.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...