CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

alle primarie

Bosa, cade il controsoffitto in aula. Insegnante ferita, l'ira dei genitori

Un pezzo di controsoffitto intriso d'acqua è caduto in aula durante la lezione. I genitori ora si rifiutano di mandare i figli a scuola
il buco nel controsoffitto
Il buco nel controsoffitto

Un pezzo di controsoffitto intriso d'acqua è caduto in aula mentre si svolgeva la lezione nella Scuola Primaria di Bosa.

I calcinacci hanno colpito al collo l'Insegnante alla quale i medici del pronto soccorso hanno assegnato 15 giorni di prognosi e prescritto l'uso del collare.

Illeso invece l'alunno al cui posto, in quel momento, sedeva l'Insegnante. L'incidente, denunciato dal sindacato degli insegnanti Gilda di Oristano, è avvenuto lunedì mattina.

Ora i genitori, preoccupati e spaventati, rifiutano di far entrare i bambini in aula.

Il sindacato Gilda ha chiesto al sindaco di Bosa un intervento urgente per mettere in sicurezza la scuola risanandola dalle infiltrazioni d'acqua.

L'intonaco a terra in aula
L'intonaco a terra in aula

IL SINDACO: "LA STRUTTURA È SICURA" - Il sindaco Piero Franco Casula ha provato a tranquillizzare i genitori: "Dopo le segnalazioni fatte della caduta di una parte di un pannello in cartongesso, intriso di umidità - spiega il primo cittadino di Bosa - ho effettuato un sopralluogo insieme al responsabile dell'ufficio tecnico, Antonella Cuccuru e del docente responsabile della sicurezza dell'istituto Comprensivo, Sergio Deruda. Sono state controllate tutte le aule ed è emersa una situazione di piena sicurezza per chi le frequenta. Al fine di garantire un ulteriore elemento di sicurezza è stato realizzato un tavolato in legno. Va ribadito - aggiunge il sindaco - come la struttura è in sicurezza su tutto il piano e non c'è nessun pericolo di cadute di calcinacci, proprio perché negli anni scorsi si è intervenuti per questo. Purtroppo ci sono delle infiltrazioni dalla copertura e in particolare dai canali di gronda che trasudano all'interno bagnando questi pannelli, in particolar modo lungo le murature. Già dallo scorso anno alcuni di questi pannelli sono stati rimossi, oggi è stato dato ordine agli operai di rimuovere tutti quelli che segnalavano macchie di umidità. L'ingegner Alessandra Cuccuru ha pertanto garantito la piena sicurezza del plesso scolastico. I controlli sono già stati fatti e l'ufficio è perfettamente a conoscenza dei lavori ancora da eseguire, ma questi non riguardano i solai. Riguardano invece l'impermeabilizzazione dei canali di gronda, la sostituzione degli infissi (porte e finestre) e vari altri interventi. Si conferma quindi l'assoluta agibilità dei locali scolastici del Nurchi".

Gli alunni della quinta classe, interessata dal crollo, e quelli delle classi vicine, sono stati trasferiti in un'altra ala dell'edificio.

Giovedì è previsto a Bosa l'arrivo di un funzionario della Regione per verificare la situazione e confermare un finanziamento già assegnato attraverso il programma Iscola.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}