CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

momenti di paura

"Faccio saltare la casa": San Nicolò d'Arcidano, arrestato un 31enne

Vasta operazione dei carabinieri contro la criminalità: 250 le persone identificate e 120 auto controllate
comando provinciale dei carabinieri di oristano (foto e sanna)
Comando provinciale dei Carabinieri di Oristano (Foto E. Sanna)

Oltre 50 carabinieri delle Compagnie di Oristano, Mogoro e Ghilarza hanno preso parte tra venerdì e sabato a una vasta operazione di controllo in tutta la provincia.

Complessivamente sono state arrestate 4 persone, denunciate altre 11, effettuate 11 perquisizioni ed ispezionati 20 esercizi commerciali.

Oltre 250 le persone identificate e 120 gli autoveicoli controllati.

Il primo scatto di manette è avvenuto a San Nicolò d'Arcidano, dove i miltiari hanno arrestato un uomo di 31 anni, con le accuse di maltrattamenti in famiglia, sequestro di persona a scopo di estorsione, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

Il giovane, dopo aver chiesto inutilmente del denaro ai genitori, ha rinchiuso in una stanza il padre e la madre. Ha quindi aperto una bombola di gas, minacciando di far esplodere l'intera abitazione.

A Bonarcado, invece, i militari hanno arrestato un disoccupato di 27 anni, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. In una perquisizione gli sono stati sequestrati 158 grammi di infiorescenze di marijuana, 216 grammi di semi di cannabis e una pianta, oltre a 1050 euro in banconote e ad attrezzature varie.

Il giovane è comparso in tribunale per direttissima ed è stato condannato a un anno e 6 mesi di reclusione (pena sospesa) e al pagamento di una multa di 3.500 euro.

Il terzo arresto è avvenuto a Marrubiu. Qui i carabinieri hanno sorpreso all'interno di una porcilaia un disoccupato di 32 anni. L'uomo stava portando via 13 maialini da latte di proprietà di un allevatore del luogo.

Il giudice lo ha condannato a 10 mesi di reclusione (anche in questo caso con pena sospesa) e al pagamento di una multa di 900 euro.

Ancora: un manovale di Santa Giusta, F. S., 31 anni, classe 1980, è stato arrestato e trasferito a Massama su disposizione della procura della Repubblica di Oristano. Deve scontare una pena di 4 anni, 3 mesi e 5 giorni di carcere, per un cumulo di pena. Era stato coinvolto in un traffico di sostanze stupefacenti.

Infine, ad Uras i carabinieri hanno denunciato un uomo di 54 anni, con diversi precedenti. Nel corso di una perquisizione, gli è stata sequestrata una pistola lanciarazzi a tamburo, da 6 colpi, calibro 6.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...