CRONACA SARDEGNA - OGLIASTRA

corte d'assise

Omicidi e attentati in Ogliastra: annullato il rinvio a giudizio

Per i tre imputati dovrà essere fissata una nuova udienza preliminare
il palazzo di giustizia a cagliari (archivio l unione sarda)
Il Palazzo di giustizia a Cagliari (Archivio L'Unione Sarda)

Per tre imputati dovrà essere fissata una nuova udienza preliminare. Per loro la Corte d’Assise di Cagliari ha annullato il rinvio a giudizio, accogliendo un'istanza della difesa sul mancato accesso alle intercettazioni. Per gli altri il processo proseguirà a novembre.

È quanto deciso oggi nel processo su cinque omicidi, diversi attentati e svariate rapine commesse in Ogliastra a partire dal 2004, compreso l'assalto armato alla postazione militare di Capo Bellavista ad Arbatax in quell'anno.

Sono sotto accusa Cesare e Angelo Balzano di Arzana, Andrea Agus di Lanusei, Salvatore Mereu di Tortolì, Giangiuseppe Ferrai e Luigi Piras di Arzana, Armando Mameli e Paolo Mulas di Tertenia.

Il pm Danilo Tronci contesta loro a vario titolo l'assassinio di Nino Ferrai e della moglie Mariangela Bangoni (dicembre 2004), che cercavano di svelare il mistero sulla fine del figlio Marco, scomparso la sera del colpo all'arsenale (il ragazzo avrebbe avuto un ruolo nell'episodio e poi sarebbe stato fatto fuori dai complici); i delitti di Lino Perotti e Angelo Tangianu; i reati di tentato omicidio, rapina, estorsione, porto e detenzione illegale di armi e associazione per delinquere finalizzata alla coltivazione, all'acquisto e alla cessione di droga.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...