CRONACA SARDEGNA - NUORO E PROVINCIA

allarme attentati

Dorgali, bomba nella sede Pd
Sindaco nel mirino a Cardedu

Esplosione alla sede dem di via La Marmora: "Poteva essere una strage". Indagini anche sull'intimidazione a Matteo Piras

"Poteva essere una strage".

È questa la frase sulla bocca di tutti a Dorgali, dopo l'attentato contro la sede del Partito Democratico di via La Marmora.

A innescare lo scoppio, una bombola del gas, collocata da ignoti la notte scorsa.

La deflagrazione è avvenuta poco prima delle 2, ora in cui la strada è ancora trafficata, soprattutto nel periodo estivo. Per questo il fatto che nessuno sia rimasto ferito né coinvolto rappresenta quasi un miracolo.

"Mia figlia stava tornando in auto proprio a quell'ora. Pochi minuti. Se l'esplosione l'avesse travolta sarebbe stata una tragedia", ha raccontato un residente ai microfoni di Videolina.

"Pensavo a un petardo", riferisce un altro testimone. "Mai avrei pensato a una cosa del genere".

L'onda d'urto è stata talmente forte da distruggere i vetri di decine di finestre dei palazzi circostanti, danneggiando anche tre auto posteggiate.

Sull'accaduto indagano le forze dell'ordine, chiamate a fare luce anche sull'altro altro atto intimidatorio, messo in opera nelle stesse ore. A Cardedu, dove l'auto del sindaco Matteo Piras, eletto con una lista civica, è stata incendiata.

La notizia è stata dallo stesso Piras, con un post ironico su Facebool ("Va bè, cambiamo la macchina") ad accompagnare la foto della vettura avvolta dalle fiamme.

Il post del sindaco

Indignazione per tanta violenza e solidarietà agli esponenti del Pd sardo e al primo cittadino finito nel mirino sono state espresse dai rappresentanti politici sia di sinistra che di destra, sia regionali che nazionali.

Il governatore Christian Solinas ha parlato di "vile attentato", il segretario dem Nicola Zingaretti di "episodio gravissimo".

L'accaduto è stato commentato anche dal ministro dell'Interno Matteo Salvini: "Nessuna tolleranza per i violenti. Massima solidarietà a chi ha subìto le aggressioni e massimo impegno per trovare e punire i responsabili, anche grazie alle nuove assunzioni tra le Forze dell'Ordine dopo anni di tagli''.

Solidarietà al sindaco Piras e al Pd anche da Elisabetta Casellati, presidente del Senato. "Mi auguro - le sue parole - che la magistratura faccia piena luce su questi vili attentati individuando le responsabilità e assicurando i colpevoli alla giustizia''.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}