CRONACA SARDEGNA - GALLURA

no all'estradizione

Sassari, la Corte d'Appello blocca il mandato di cattura europeo per il sardo Degortes

Il 63enne olbiese è stato condannato per due rapine a mano armata. Ma lui si è sempre difeso: "Sono innocente"
l avviso di ricerca diramato in francia (archivio l unione sarda)
L'avviso di ricerca diramato in Francia (Archivio L'Unione Sarda)

Ha accolto la notizia in lacrime, quasi incredulo a quello che gli stava dicendo il suo difensore. Mauro Degortes, 63 anni, olbiese, non sarà estradato in Francia per scontare venti anni di carcere.

Lo ha deciso la Corte d'Appello di Sassari, che, dunque, ha rigettato la richiesta di estradizione delle autorità francesi.

Degortes, stando a una sentenza (del 2000) della Corte d'Appello di Nantes, ha commesso due rapine a mano armata in Francia, una nel 1989 e un'altra nel 1990. Ma i giudici italiani hanno accolto tutte le richieste del difensore di Degortes, l'avvocato Giampaolo Murrighile. Il penalista aveva posto questioni sulle garanzie difensive violate e sulla prescrizione dei reati, che, evidentemente, sono state accolte. "È la fine di un incubo" ha detto Murrighile, appena ricevuta, in serata, la notifica del provvedimento della Corte d'Appello di Sassari. "Non sono io la persona che cercano le autorità francesi", ha ribadito Degortes. L'olbiese è autista di ambulanza, in servizio nell'ospedale di Tempio, e si è sempre dichiarato innocente.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}