CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

alla fiera

I sindaci riuniti a Cagliari contro le scorie nucleari

L'appuntamento al Palazzo dei congressi

Con un ordine del giorno unitario che ricalca in tutto e per tutto quello già votato dal consiglio regionale, si è chiusa l'assemblea dei sindaci sardi per contrastare la realizzazione in Sardegna di 14 siti per lo stoccaggio di scorie nucleari nei territori di 22 Comuni sardi. La votazione è avvenuta per acclamazione con l'accordo di tutti i sindaci.

Al Palazzo dei congressi della Fiera di Cagliari un confronto a senso unico come pochi. Soprattutto quando si mettono insieme tutti i sindaci di un'intera regione e tutti sono della stessa opinione: no ai depositi di scorie nucleari in Sardegna.

Al grande incontro sono stati invitati tutti i 377 sindaci dell'Isola, ma ovviamente solo una parte - anche per impegni istituzionali e lavorativi per quanto riguarda i piccoli Comuni - era presente nell'assemblea contro i depositi di scorie nucleari.

Iniziata in ritardo a causa delle misure anti Covid-19, l'assemblea è stata aperta dal ricordo dell'assessore regionale ai Lavori pubblici, Roberto Frongia, scomparso di recente, da parte del presidente dell'Anci regionale Emiliano Deiana, che ha ricordato le ragioni della battaglia.

Più che un confronto di opinioni - che differiscono talvolta solo sulle azioni da intraprendere, ma non sul fatto che agire si debba -, l'assemblea dei sindaci sardi è stata un confronto su come scongiurare la creazione di depositi nucleari nell'Isola.

Tanti i sindaci al Palacongressi della Fiera cagliaritana, malgrado tutte le difficoltà legate alla pandemia da Covid-19. Ma proprio l'emergenza sanitaria rende ancor più intensa la battaglia dei primi cittadini dell'Isola: contro le scorie nucleari i sardi si schierano da quasi vent'anni. La pericolosità per la salute che quelle scorie comportano irrompe come un'esplosione in un'Isola già in ginocchio proprio per questioni sanitarie. Ipotizzare di aggiungere nuove paure, con i depositi delle scorie, non poteva che rafforzare la rivolta dei sardi e di chi li rappresenta. Infatti sta andando proprio così.

***

I VIDEO:

Anche Pais contro le scorie:

Lampis: "A Roma per dire no"

Il sindaco di Mandas

Il servizio del tg di Videolina

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}