CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

biglietti introvabili

Natale, la continuità si ferma: tutto esaurito sui collegamenti tra Milano e l'Isola

Come ogni anno è caccia al posto in aereo per tornare in Sardegna

Questione di fortuna. A volte per riuscire a comprare il biglietto giusto bisogna azzeccare il momento.

Nella grande lotteria della continuità territoriale i posti sugli aerei vanno e vengono, perché le compagnie aggiungono i voli a singhiozzo: aspettano che gli aerei si riempiano (almeno virtualmente) e solo dopo aumentano la capienza o programmano un altro decollo. Prenotare è quasi impossibile.

L'ingorgo più importante riguarda i voli in partenza da Linate verso la Sardegna. Fino a poche ore fa il black out nei collegamenti con Cagliari andava dal 18 al 23 dicembre. Ma oggi la situazione è leggermente migliorata, con una nuova iniezione di biglietti sui sistemi di prenotazione di Alitalia.

Così il tutto "esaurito" sulla rotta si è ridotto - per ora - al 19 e 20 dicembre.

L'emergenza rimane sulla linea Milano-Alghero: qui non si vola, salvo qualche eccezione, in tutta la settimana che porta a Natale. E anche nei giorni in cui si trova ancora qualche posto, bisogna accontentarsi degli orari rimasti liberi. Qualche difficoltà anche sui voli in arrivo da Roma: sabato 21 dicembre gli aerei voleranno a pieno carico.

Nel weekend che precede le feste natalizie anche la continuità olbiese, gestita da Air Italy, evidenzia qualche crepa, soprattutto sulla rotta Linate-Olbia. Meno problemi sui voli in arrivo da Roma.

Nelle prossime ore potrebbero arrivare nuovi aumenti di capienza, in particolare sulle linee già ingolfate di prenotazioni.

"Monitoriamo la situazione giorno per giorno - fanno sapere fonti di Alitalia - sulle rotte in partenza da Linate verso la Sardegna abbiamo aggiunto 14 voli, oltre agli aumenti di capacità con aerei più grandi. Alcuni di questi incrementi sono già on line, altri posti verranno messi in vendita nelle prossime ore. E se ci fosse necessità di programmare altri incrementi lo faremo".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}