CULTURA

l'iniziativa

A Sinnai, Burcei e Maracalagonis il progetto "Inclusione donna"

L'obiettivo è aiutare chi ha subito violenze e maltrattamenti
giovanna zuncheddu presidente della fondazione polisolidale (archivio l unione sarda)
Giovanna Zuncheddu, presidente della Fondazione Polisolidale (Archivio L'Unione Sarda)

Finanziato dall'Assessorato regionale al lavoro è stato attivato il progetto rivolto a donne in stato di disagio.

Nei Comuni di Sinnai, Burcei e Maracalagonis il progetto, portato avanti dalla Polisolidale, interessa cinque donne in uscita da una situazione di violenza e a rischio di emarginazione sociale.

Sono persone che hanno già alle spalle dei percorsi di elaborazione della situazione di violenza e si trovano ora in una fase in cui è necessario sostenere il reinserimento socio-economico, attraverso risorse dedicate alla formazione e reinserimento nel tessuto produttivo. Il percorso viene realizzato attraverso tirocini formativi o percorsi di formazione professionale.

Prevede l'accompagnamento ai percorsi con il supporto di un'equipe multi professionale, il sostegno economico al percorso di vita: fitto casa, utenze e vitto, trasporti, voucher asili nido/baby sitter.

"Il lavoro sociale - dice Antonello Caria, direttore della Polisolidale - si basa su di un approccio democratico e partecipato, attraverso una fase di progettazione co-costruita con le donne, a partire dal percorso di vita, dalle abilità, risorse e desideri. Lavoro di rete in raccordo e continuità con i percorsi già svolti (Centri antiviolenza, comunità educative). Saranno assicurati anche i colloqui psico-pedagogici volti a sostenere l'autostima e il percorso di emancipazione. Si punterà pure sul sostegno psico-pedagogico ed educativo volto al consolidamento delle competenze e della progettualità. Il sostegno in uscita prevede la pianificazione dell'autonomia abitativa ed economica e il percorso di orientamento".

"A seguire i progetti - dice Giovanna Zuncheddu, presidente della Polisolidale - sarà un equipe di esperte in violenza di genere. Una coordinatrice pedagogista; una responsabile dei progetti, psicologa; una tutor di intermediazione (case manager) assistente sociale e una tutor di accompagnamento ai percorsi formazione/tirocinio, educatrice professionale".

Il progetto si svilupperà nell'arco di un anno.

"Al termine - dicono l'assessore ai Servizi sociali del Comune di Sinnai, Pino Floris e il vicesindaco di Maracalagonis Gianna Serra - le donne coinvolte avranno rafforzato le capacità acquisite durante i percorsi di fuoriuscita dalla violenza, acquisito nuove competenze e capacità tecnico-professionali e sociali. Si saranno avviate all'autonomia economica e abitativa, e al potenziamento della rete sociale di supporto".

La Fondazione di Partecipazione Polisolidale Onlus è l'ente di gestione integrata dei servizi alla persona, partecipato dai Comuni di Sinnai, Maracalagonis e Burcei, dal Consorzio di cooperative sociali "Progetto Sociale" e dalla cooperativa sociale Ker.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}