CULTURA

La competizione

Start Cup: le università di Sassari e Cagliari danno il via alla fase sarda

I 10 gruppi finalisti parteciperanno alla finale regionale sarda, e i tre vincitori prenderanno parte al premio nazionale in programma a Bologna
i vincitori della start cup dell anno scorso (archivio l unione sarda)
I vincitori della Start Cup dell'anno scorso (archivio L'Unione Sarda)

L'innovazione è sempre stato il leitmotiv della competizione nazionale di idee, lo diventa ancor più in tempi di Covid-19.

Le università di Sassari e Cagliari danno avvio alla XIII edizione della Start Cup Sardegna. Il bando è pubblicato sul sito e le iscrizioni scandono il 19 luglio. Possono partecipare alla Start Cup Sardegna sia idee di business collegate al mondo della ricerca che provenienti da soggetti esterni alle università, presentati da gruppi composti da almeno due persone. Possono partecipare anche le imprese in forma di società, purché non costituite prima dell'1 gennaio 2020.

I 10 gruppi finalisti parteciperanno alla finale regionale della Start Cup Sardegna, e i tre vincitori prenderanno parte al Premio Nazionale dell'Innovazione in programma a Bologna tra fine novembre e dicembre.

La Start Cup nasce dalla collaborazione fra gli uffici di Trasferimento Tecnologico degli atenei di Sassari e Cagliari e si concentra nei settori Life Science, ICT, Agrifood - Cleantech, Industrial.

Questa edizione vuole comunicare speranza nel futuro coinvolgendo i migliori gruppi di persone che siano in grado di sviluppare tecnologie emergenti, proporre soluzioni innovative per la salute e la vita dei cittadini e per il sistema produttivo locale e nazionale.

L'anno scorso ha vinto BacFarm, startup nata nel Contamination Lab dell'Università di Cagliari: l'impresa produce batteri dai quali estrarre i carotenoidi, molecole contenute anche nelle carote che hanno effetto antiossidante.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}