CULTURA

L'esposizione

Sassari, in esposizione 150 presepi dal mondo

La rassegna sarà visitabile fino al 21 dicembre
un presepe in legno (foto ufficio stampa)
Un presepe in legno (foto ufficio stampa)

Simbolo di pace, comunità e fratellanza: si intitola "I Presepi del Mondo - tutto ci unisce, niente ci divide" la mostra che dal 9 al 21 dicembre sarà allestita nelle sale del Liceo Castelvì di Sassari, viale Berlinguer 2.

Il progetto, ideato dall'associazione "Ponti non muri" e finanziato dalla Fondazione di Sardegna, propone oltre 150 presepi di varie forme, dimensioni, materiali e provenienza. Ce ne sono diversi che arrivano proprio dalla Palestina.

La collezione, inizialmente di proprietà di un socio fondatore dell'associazione, Giovanni Moretti, e di sua moglie Cinzia Cossu, ora è di proprietà della presidente dell'associazione, Ilaria Moretti, che spiega: "In un momento storico in cui l'immigrazione e la fuga da paesi in guerra, bombardati, offesi dalla povertà sono all'ordine del giorno, così come le tensioni che si vengono a creare nelle nostre città fra cittadini e migranti, l'associazione "Ponti non muri" vuole offrire spunti di riflessione per una visione di accoglienza solidale nei confronti di chi arriva da Paesi con mille difficoltà e dopo mille peripezie". Con questo progetto l'associazione vuole ricordare che il luogo della nascita del Bambino del Presepe, Betlemme, è la Palestina, terra segnata da decenni di guerra e occupazione, con una popolazione stremata ma resistente.

"Ai nostri tempi, l'arrivo di Gesù nella nostra terra, che tanto viene atteso e festeggiato ogni anno in Italia e nel mondo, verrebbe catalogato come l'arrivo di uno straniero extracomunitario. Gesù è anche una figura che unisce le tre religioni: ebreo di nascita, poi cristiano, e profeta importantissimo per i musulmani".

La mostra, con ingresso libero e gratuito, sarà visitabile sino al 21 dicembre, dalle 16 alle 19; il sabato dalle 10 alle 13.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}