CRONACA SARDEGNA

Referendum insularità, raccolte quasi 30mila firme

il consigliere regionale dei riformatori michele cossa a un banchetto pro insularit
Il consigliere regionale dei Riformatori Michele Cossa a un banchetto pro insularità

Continua la grande mobilitazione dei sardi sul referendum per il riconoscimento costituzionale dello status di insularità.

Secondo le valutazioni fatte dagli organizzatori, si sta per raggiungere il traguardo delle 30mila firme, per quanto si tratti di una stima approssimativa, essendo la raccolta attiva in quasi tutti i comuni della Sardegna.

Si moltiplicano le iniziative per il coinvolgimento di tutti i settori della società sarda.

Dopo la manifestazione promossa dal comitato scientifico e quella organizzata dai sindaci, venerdì prossimo sarà la volta delle associazioni imprenditoriali: Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Api Sarda, Confartigianato, Coldiretti e Confagricoltura.

Continua a crescere anche il sostegno di esponenti del mondo produttivo, ultimo dei quali quello dell'editore Sergio Zuncheddu.

"Aderisco volentieri all'iniziativa", ha affermato Zuncheddu. "Poiché lo Stato centrale mi sembra tuttavia distratto e impegnato su tanti fronti, c'è da aspettarsi almeno che i nostri parlamentari, eletti in Sardegna, trovino in Parlamento la forza di votare compatti, indipendentemente dall'appartenenza partitica. La storia ci dice che spesso non è stato così. Non potremo d'altra parte aspettarci di trovare le alleanze trasversali necessarie, se ci presenteremo divisi. È con l'unione e la compattezza tra noi sulle questioni che riguardano la Sardegna che possiamo sperare di riuscire a conseguire l'obiettivo di contribuire alla sua indipendenza economica."

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}