#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Noi, lavoratori stagionali del turismo, dimenticati anche dallo Stato"

La testimonianza di Sara, che ha provato, inutilmente, a fare richiesta per il bonus di 600 euro annunciato da Conte
(foto www pixabay com)
(foto www.pixabay.com)

"Cara Unione,

sono una ragazza della provincia di Oristano, e scrivo per segnalare la grave situazione che avvolge me e tantissimi altri lavoratori stagionali.

Io lavoro nel settore del turismo e quindi prevalentemente l'estate come cameriera di sala, quest'anno non ho potuto iniziare la stagione a causa dell'emergenza COVID-19, per cui anche io ho fatto richiesta per il bonus di 600 euro in data 3 aprile 2020.

Dopo svariate settimane d'attesa e altrettante email alla direzione INPS di Oristano, mi hanno risposto che la mia domanda è stata respinta in quanto non risulto una lavoratrice stagionale del turismo.

Ho contattato allora un consulente, che mi ha consigliato di mandare il mio contratto di lavoro dell'anno scorso in modo che dimostrassi su carta il mio mestiere ma non ho mai ricevuto risposta.

Mi chiedo quali siano i criteri di valutazione con cui hanno dato questi soldi, visto che come me hanno avuto questa risposta tantissimi altri ragazzi che non sanno come andare avanti!

Chi ci ripaga tutti i soldi che non possiamo guadagnare in questa stagione e chissà ancora per quanto tempo? Vogliamo delle risposte!! Qui siamo alla disperazione più totale.

Grazie dell'attenzione".

Sara - Oristano

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...