È partito subito con un fuoriprogramma il 68esimo Festival di Sanremo: un uomo ha interrotto Fiorello, incaricato di "scaldare" il pubblico prima dell'inizio delle esibizioni.

L'intruso ha chiesto di parlare con un procuratore della Repubblica, ma è stato subito fermato e fatto scendere.

"Una volta facevano irruzione, adesso sono anche educati. Dicono 'scusi'", ha stemperato Fiorello.

Lo showman ha poi intrattenuto il pubblico con una raffica di battute delle sue.

Qualche piolla: "Quest'anno i superospiti hanno superato gli altri; c'è una gara nella gara perchè la Rai non bada a spese. È a più ricca di sempre perchè il canone lo pagano tutti. Se non paghi il canone ti levano la corrente, se ti levano la corrente non puoi vedere le serie di Netflix e Sky. E io sarò pagato in bitcoin".

Ancora: "Alla terza serata verrà il presidente turco Erdogan: gli hanno detto che nella sala stampa dell'Ariston ci sono 1300 giornalisti liberi. Tranquilli, alla terza puntata ci sarà lui a sistemare le cose".

Quindi spazio alle canzoni.

Baglioni e Favino

Non prima dell'ingresso di Claudio Baglioni ("Le canzoni, arte povera, semplice, devono tornare al centro dell'attenzione", ha detto all'esordio il direttore artistico) e Pierfrancesco Favino.

E, ovviamente, di Michelle Hunziker, elegantissima nel suo vestito lungo nero, scollato e impreziosito da paillettes. La showgirl ha dedicato subito un messaggio d'amore al marito, Tomaso Trussardi, seduto in sala: "Sei talmente bello che ti risposerei", ha detto, scatenando gli applausi del pubblico.

Michelle Hunziker

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata