SPORT - MOTORI

motori

Tempio, al via il "Rally Terra Sarda". L'arrivo ad Arzachena

Tredici comuni della Gallura attraversati dall'ottava edizione della competizione. In gara 71 equipaggio
la partenza di uno dei rally degli anni scorsi (l unione sarda chessa)
La partenza di uno dei rally degli anni scorsi (L'Unione Sarda - Chessa)

Tempio Pausania, Arzachena e altri tredici comuni della Gallura sono pronti ad ospitare l'8º Rally Terra Sarda, che da stasera a domenica vedrà ben 71 equipaggi darsi battaglia nella spettacolare e impegnativa sfida su asfalto organizzata dalla Porto Cervo Racing.

IL PROGRAMMA - Stasera, a Tempio, le prime verifiche e domani ad Aggius, dalle 8, il via allo shakedown. Alle 14.30, in Corso Matteotti a Tempio, inizierà la gara vera e propria e verranno disputate le prime speciali, quelle di Calangianus e S. Antonio di Gallura, entrambe da ripetere due volte prima dell'arrivo in piazza Risorgimento, ad Arzachena, previsto per le 18.30.

Domenica 6, invece, dopo il riordino, verranno disputate le altre cinque prove speciali. Quella Luogosanto-Aglientu, lunga oltre 13 chilometri, verrà ripetuta per tre volte, mentre la Porto Cervo, che arriverà anche alla celebre Liscia di Vacca, sarà percorsa due volte. Alle 17, l'arrivo ad Arzachena, sempre in piazza Risorgimento, e a seguire le premiazioni. Il Rally, che prevede 82,56 chilometri cronometrati e 410,55 in totale, sarà valido come prova della Coppa di Zona Aci e per il Sardinia Cup.

I PARTECIPANTI - Il numero uno è stato assegnato a Maurizio Diomedi e Mauro Turati (Skoda Fabia R5), che si presentano con un poker di vittorie in tasca, compresa l'edizione 2018, e in cerca del quinto successo. Presenti anche Vittorio Muselli e Claudio Mele (Volkswagen Polo R5), che hanno inciso i propri nomi sull'albo d'oro grazie ai trionfi ottenuti nel 2014 e nel 2015. In gara nella classe R2B, la più numerosa, anche due equipaggi provenienti dalla Corsica, entrambi su Peugeot 208, quelli formati da Paul Giudicelli-Nicolas Giuseppi e Kevin Ducos-Laura Rovina. In totale, saranno tredici le scuderie in gara: Cervo Racing, Racing Experience Team, Mrc Sport, Team Autoservice Sport, Eurospeed, Meteco Corse, Alma Racing, Asa Corsica, Asa Terre de Corse, M Racing Team, Mft Motors, Mistral Racing, Tafani Rally Team e Ciclo Otto.

I TROFEI - I sei trofei in palio sono il Costa Smeralda, il "Trofeo Marcello Orecchioni", destinato all'ultimo dei navigatori, l'Omp, il Cala Costruzioni, l'"Aido Alberto Ganau" e il "Trofeo Pinky", in ricordo di Gianni Pitturru.

GLI ORGANIZZATORI - Oltre 300 le persone coinvolte, tra cui 140 ufficiali di gara e 40 cronometristi. "Ringrazio lo staff per il grande lavoro portato avanti in questi mesi e le scuderie, comprese quelle straniere, per aver risposto in maniera positiva", ha dichiarato il vice presidente della Porto Cervo Racing, Dino Caragliu. "È il 18º evento che organizziamo o co-organizziamo in vent'anni di attività e vogliamo portarlo ad alti livelli, deve essere il rally di tutti".

EVENTI COLLATERALI - Oltre allo spettacolo pirotecnico previsto per domani sera ad Arzachena e alle esibizioni degli stuntman, l'organizzazione ha voluto promuovere anche eventi dedicati alla sicurezza stradale e alla tutela dell'ambiente. In programma anche il Festival Mirtò, la Settimana dello Sport e la possibilità di partecipare a visite ed escursioni nel territorio.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...