SPORT - CALCIO

serie d

Colpo grosso del Latte Dolce, ingaggiato il bomber Gigi Scotto

Lui: "Scelta di vita: volevo stare con la mia famiglia"
l attaccante scotto (foto concessa)
L'attaccante Scotto (foto concessa)

Ha firmato 74 reti in cinque campionati di serie D, ben 23 gol tra C1 e C2. E' uno degli attaccanti sardi più prolifici dalla quarta serie in poi. Gigi Scotto ritorna a Sassari, non nella Torres, dove ha militato per una stagione e mezzo (dal 2015 al 2016) ma nel Latte Dolce che con questo acquisto conferma le ambizioni da playoff.

Classe 1990, attaccante col fiuto per il gol, potente e tecnico, Gigi Scotto è stato uno dei migliori in assoluto di tutta la serie D della stagione conclusiva anzitempo: 19 reti in appena 23 gare col Mantova, formazione dove ha trascorso gli ultimi due campionati. Il bomber sassarese ha indossato anche le maglie del Rieti in serie D, del Cosenza e Pergocrema in C1, del Santarcangelo, Savona e Alessandria in C2.

Gigi Scotto spiega: "Ho fatto una scelta di vita, anche in considerazione del momento difficile che stiamo vivendo: volevo stare nella mia città, con la mia famiglia. Ho scelto il Sassari calcio Latte Dolce perché i dirigenti e l'ambiente mi hanno trasmesso entusiasmo e grande ambizioni. Lascerò comunque per sempre un pezzo di cuore e Mantova, città e squadra che sono state davvero importanti per me. Conosco tantissimi dei miei compagni, ho avuto e avrò la fortuna di giocare con tanti di loro e sarà un piacere tornare a giocare con loro e con tutti gli altri. Ho grande stima per il mister, sono a sua disposizione. Come sempre cercherò di dare il massimo di me stesso per questa squadra".

Pierluigi Pinna e Andrea Maddau, patron di Abinsula e Footure Lab aggiungono: "Fa sempre piacere riportare un talento sassarese a casa. Anche noi anni fa siamo rientrati nella nostra amata Sassari per realizzare il nostro progetto imprenditoriale, progetto in cui lo sport è parte integrante, a partire dalle strutture sportive per arrivare alla scuola calcio, al Settore Giovanile e sino alla prima squadra".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}