SPORT - CALCIO

Serie A

Lecce-Cagliari, tra i salentini tanti hanno giocato in Sardegna

I giallorossi lottano nelle zone basse della classifica. Il pericolo numero uno è Marco Mancosu

Torna il campionato dopo una prima parte di stagione scintillante per il Cagliari.

I rossoblù si trovano terzi in classifica, a parimerito con la Lazio, e domenica alle 20.45 affronteranno il Lecce di Liverani. Una squadra tosta che ha in rosa tante vecchie conoscenze rossoblù.

A cominciare dalla porta dove ci sarà Gabriel che in Sardegna ha soggiornato nel 2017. Poi Mauro Vigorito cresciuto nell'Isola per poi vestire le casacche di mezza Italia (Carrarese, Triestina, Lumezzane, Venezia, Vicenza e Frosinone).

Cambiando reparto, a guidare la difesa salentina ci sarà Luca Rossettini (rossoblù dal 2012-2015).

Il bello (o brutto per gli uomini di Maran) arriva a centrocampo dove Marco Mancosu sta letteralmente facendo la differenza. Il 31enne cagliaritano è cresciuto nelle giovanili del Cagliari per poi trovare maggiori fortune altrove. Cinque gol in dodici presenze finora. Un vero pericolo.

Infine Tachtsidis, Tabanelli e Farias. Il brasiliano, col dente avvelenato, merita un capitolo a parte.

Ben 127 gettoni e 31 reti in Sardegna. La sua presenza dal primo minuto è in dubbio a causa di qualche acciacco muscolare di troppo. Qualora dovesse recuperare guiderà l'attacco assieme al ritrovato Lapadula (o Babacar).

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...