SPORT - BASKET

basket

La Techfind Selargius attesa a Firenze, la Surgical ospita la Nico

Gli impegni delle squadre sarde di A2 femminle
marta granzotto della techfind selargius (foto andrea cicotto)
Marta Granzotto della Techfind Selargius (foto Andrea Cicotto)

Con il Cus Cagliari in quarantena dopo i quindici casi di positività al Covid-19, tutti gli occhi saranno puntati su Techfind Selargius e Surgical Virtus che, alle 18 di domani, saranno impegnate, rispettivamente, sul campo della Palagiacci Firenze e in casa contro a Nico Basket.

TECHFIND - Le giallonere di coach Fioretto, reduci dalla vittoria interna sul Bolzano (75-65), saranno impegnate nel recupero dell'undicesima giornata dell'A2 femminile di basket. Le fiorentine, nonostante i tanti slittamenti e rinvii causati dal Covid, hanno raccolto dieci punti in otto partite e possono contare su un roster formato da atlete esperte e giovani e su diverse giocatrici di spessore, come l'ala ceca Pochobradska e le esterne Perini e Calamai. La Techfind ha recuperato il trio Mura, Simioni e Pandori, anche se contro le altoatesine la seconda aveva giocato una decina di minuti e la terza era rimasta in panchina, e domani andrà in Toscana per vincere, poiché il sogno di metà stagione è la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia e dunque portare a casa i due punti, per il San Salvatore, è imperativo.

"Per noi è importante avere una rotazione che sia la più ampia possibile e le ragazze che erano ferme stanno recuperando la miglior condizione", spiega la selargina Marta Granzotto. "Contro il Bolzano abbiamo avuto un calo nel secondo quarto ma poi siamo state brave a fare i punti al momento giusto. A Firenze dovremo essere concentrate e aggressive, bisognerà tenere alti i ritmi".

SURGICAL - Al PalaRestivo di Cagliari, intanto, la Virtus disputerà il recupero dell'ottava giornata con la Gtg Nico, che nelle ultime quattro gare è stata capace di sconfiggere, nell'ordine, Livorno, Cus Cagliari, Civitanova e Spezzina, e ora ha dieci punti all'attivo. Le virtussine, invece, sono ancora a zero e la classifica inizia a preoccupare, per questo, nonostante il valore delle avversarie, le cagliaritane, rinfrancate dal ritorno di Favento, dovranno giocare con la massima determinazione per cercare di fare il risultato. Più convinzione e intensità si erano già viste a San Giovanni Valdarno, sabato scorso, ma gli errori e le bassissime percentuali al tiro non avevano consentito alla Surgical di mettere in difficoltà le toscane, capaci di chiudere i conti sull'89-70.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}