SPORT - ALTRI SPORT

a olbia

Chiuso il PalaDeiana, sospesi Judo in action e Baby Ippon

Calvisi: "La notizia c’è piombata addosso come un fulmine a ciel sereno"
un immagine dell ultima edizione del trofeo baby ippon
Un'immagine dell'ultima edizione del Trofeo Baby Ippon

La chiusura del PalaDeiana per motivi di sicurezza non smette di causare disagi.

Dopo la Pallavolo Olbia, costretta a dirottare fuori Olbia allenamenti e partite del campionato di Serie B e in difficoltà con le giovanili, e l’Hermaea Olbia, trasferitasi al GeoPalace, casa della squadra maggiore della A2 femminile di volley, a pagarne le spese è il Kan Judo Olbia.

L’annuncio della sospensione di Judo in action e Baby Ippon, in programma in origine rispettivamente il 24 novembre e il 15 dicembre, è stato dettato dall’impossibilità di trovare un’altra location in tempi stretti ed è stato accompagnato dalle parole di rammarico del maestro Angelo Calvisi.

"Il danno che subiamo con la chiusura del PalaDeiana e l’annullamento dei due trofei è notevole", spiega Calvisi, che deve far fronte all’indisponibilità, a partire dai primi di novembre, del palazzetto del parco Fausto Noce, divenuto oggetto di lavori di messa a norma secondo le nuove norme antincendio al pari di molte palestre delle scuole cittadine.

"La macchina organizzativa era avviata da 5 mesi quando la notizia c’è piombata addosso come un fulmine a ciel sereno", prosegue il maestro.

"Abbiamo provato di tutto per realizzare le manifestazioni, tante società della vicina Corsica e della Penisola hanno dovuto disdire all’ultimo momento la traversata e il soggiorno in città, rimettendoci i soldi dei biglietti e dei pernottamenti: tutto questo dispiace, basti pensare - aggiunge Calvisi - che in 23 anni solo una volta è stato annullato un trofeo, il Baby Ippon del 2013, in occasione dell'alluvione che colpì il territorio. Confidiamo che i problemi del PalaDeiana possano essere presto risolti per poter allestire nella primavera del 2020 almeno il Trofeo Judo in Action".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...