SPORT - ALTRI SPORT

stati uniti

Lo sport piange Gabe, atleta che scendeva in pista nonostante il cancro

La mezzofondista Grunewald è morta di tumore: la diagnosi risale al 2009, ma in questi anni ha continuato a gareggiare e vincere
gabe grunewald (da facebook)
Gabe Grunewald (da Facebook)

Mondo dello sport in lutto per la morte di Gabriele "Gabe" Grunewald, atleta statunitense malata di cancro.

La mezzofondista aveva solo 32 anni ed era diventata un simbolo della lotta contro la malattia, portata avanti sin dal 2009 (anno in cui Gabe aveva appreso di avere un tumore) grazie allo sport e a una forza di volontà non comune.

La triste notizia è stata diffusa dal marito Justin, con parole toccanti: "Se n'è andata la mia migliore amica, ispirazione, eroina".

Una storia tragica ed esemplare quella della Grunewald.

Dopo essere stata colpita dal male - un carcinoma adenoideo-cistico, cui si era aggiunto un tumore alla tiroide - l'atleta era infatti riuscita ad arrivare seconda nei 1.500 metri ai campionati universitari e a disputare i Trials olimpici 2012 nei 1500 metri.

Non solo: nel 2014 Gabe aveva vinto il titolo nazionale sui 3000 indoor, continuando a gareggiare fino al 2016, quando le è stato diagnosticato un terzo tumore al fegato.

L'ultima gara della Grunewlad risale al 2017, quando scese in pista, nonostante la chemioterapia, ai campionati nazionali Usa di Sacramento.

Nel suo ultimo post su Facebook, pubblicato il 5 maggio, aveva scritto ai fan dal letto di ospedale, dopo il ricovero per una grave infezione.

E anche in quel caso aveva assicurato, a se stessa e agli altri: "Continuerò a essere coraggiosa e a combattere".

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...