I SARDI NEL MONDO - EVENTI

Pesaro

"Chiaroscuro": i testi di Grazia Deledda strumento di inclusione per ipovedenti

Alla Biblioteca Louis Braille di Pesaro i racconti dell'autrice sarda
immagine simbolo (fonte wikipedia)
Immagine simbolo (fonte Wikipedia)

Il Progetto "Chiaroscuro: Grazia Deledda in Esalettura" fa tappa a Pesaro il prossimo 21 novembre dalle ore 19, con la lettura di due racconti dell'autrice sarda alla Biblioteca cittadina Louis Braille.

Gianni Marongiu leggerà dal testo in braille, Francesca Bassu dal testo a stampa e la serata sarà tradotta nella lingua dei segni. Un nuovo appuntamento dell'iniziativa "Chiaroscuro" nata nel 2016 grazie all'Unione Ciechi e Ipovedenti di Nuoro, in occasione della ricorrenza dei 90 anni dal conferimento del Premio Nobel alla scrittrice Grazia Deledda.

L'idea di fondo è quella di proporre diverse modalità di lettura delle opere dell'autrice, "letti con le dita da chi non vede e ascoltati con gli occhi da chi non sente". Formati diversi per dare a tutti la possibilità di gustare la letteratura del Premio Nobel sardo: dal formato a stampa a quello scaricabile su supporti mobili, dalle versioni audio al braille, fino ai video con sistema Lis.

La raccolta di 22 novelle di Grazia Deledda "Chiaroscuro" che dà il nome al progetto apparve nel 1912, e oggi diventa un vero e proprio strumento per abbattere le barriere della disabilità.

La tappa pesarese, promossa dall'Associazione culturale sarda "Eleonora d'Arborea", è solo una delle tante toccate quest'anno dall'iniziativa, che proseguirà nella città del Nobel Stoccolma e da lì viaggerà in altre 10 capitali europee

(isardinelmondo@unionesarda.it)

https://www.unionesarda.it/sardi-nel-mondo

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...