SALUTE

Il caso

Lanusei, nuova chiusura per il reparto di ortopedia: la protesta dei cittadini

Mancano i medici, tutto da rifare all'ospedale ogliastrino di Nostra Signora della Mercede
l ortopedia di lanusei (archivio l unione sarda)
L'ortopedia di Lanusei (archivio L'Unione Sarda)

Non è passato neppure un mese dalla riapertura del reparto di ortopedia dell'ospedale ogliastrino di "Nostra Signora della Mercede" che c'è nuovamente la chiusura dello stesso reparto.

Il caso ha fatto infuriare il comitato #giulemanidallogliastra, che chiede la rimozione dei vertici della Assl di Lanusei e che sta valutando la presentazione di un esposto alla procura della Repubblica.

Durissimo il post di denuncia pubblicato su Facebook dal comitato: "Un mese: tutti sapevano, pure le pietre, che bastava un medico in malattia e sarebbe stata nuovamente chiusura del reparto. Una vergogna".

"Pressappochismo dilagante nei piani alti della Assl Lanusei - si legge ancora nel messaggio - che nulla ha fatto per prevenire. Anzi pare quasi un piano studiato, preordinato e preciso per 'eliminare' il reparto. Il 13 settembre sarà il giorno nefasto?".

Il comitato auspica che la situazione venga risolta immediatamente, sollecitando " urgenti ed immediati provvedimenti affinché il reparto di ortopedia possa riprendere il servizio h24".

In campo anche gli amministratori ogliastrini. "Il territorio non starà a guardare, faremo le nostre proposte in un’ottica costruttiva", spiega Davide Burchi, sindaco di Lanusei. "Pensiamo di convocare la conferenza socio sanitaria a stretto giro o un’assemblea pubblica in ospedale. Quella proposta era una soluzione tampone che non è stata accompagnata dall’espletamento di tutte le

procedure del concorso".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...