POLITICA

la mozione

Covid, "sanità sarda al collasso": l'opposizione contro Solinas

Pd, LeU, Progressisti e M5s chiedono al governatore e all'assessore Nieddu di riferire in aula urgentemente
il consiglio regionale (archivio l unione sarda)
Il Consiglio regionale (archivio L'Unione Sarda)

L'opposizione unita chiede al presidente della Regione Christian Solinas e all'assessore alla Sanità Mario Nieddu di riferire in Aula sulla "grave situazione di criticità del sistema sanitario" alla luce anche dell'aumento dei casi Covid nell'Isola.

Stamattina i consiglieri di LeU, Pd, Progressisti e M5s hanno depositato una mozione (primo firmatario Eugenio Lai di LeU) con richiesta di convocazione urgente del Consiglio regionale.

"Lunedì - annuncia Lai - durante la conferenza dei capigruppo chiederemo la calendarizzazione immediata della mozione".

Il contenuto sarà illustrato martedì mattina nel corso di una conferenza stampa con tutte le forze dell'opposizione.

L'atto impegna la Giunta a fare il punto in Aula e ad adoperarsi "al fine di assicurare il diritto alla salute a tutti i cittadini sardi con il mantenimento dei servizi sanitari destinati ai pazienti non Covid in maniera capillare e omogenea in tutti i territori della Regione".

Spiega ancora Eugenio Lai: "Da oltre un anno nel sistema sanitario regionale si registrano problematiche relative al personale, ai presidi e all'organizzazione dei servizi sanitari, specialmente in alcuni territori dell'interno. L'incapacità di gestione da parte dell'Ats Sardegna dell'emergenza Covid-19 si ripercuote, purtroppo, anche nelle attività socio-sanitarie destinate ai cittadini che vedono rimandate a data da destinarsi visite, terapie e interventi già programmati o costretti ad attendere mesi, alcune volte anni, per le nuove richieste a causa del dilatarsi delle già lunghe liste di attesa".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}