POLITICA

in senato

Insularità in Costituzione, incontro a Roma per accelerare l'iter

La Commissione ha chiesto alla Commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama di occuparsi quanto prima della proposta di legge
l incontro a roma (foto ufficio stampa)
L'incontro a Roma (foto ufficio stampa)

Superare gli svantaggi dovuti alla condizione geografica di isola e creare le opportunità di sviluppo economico, che mettano la Sardegna in una condizione di parità con le altre regioni italiane ed europee.

Sono le due priorità che rendono "urgente" l'inserimento del principio di insularità in Costituzione.

A ribadirlo, nel corso di un incontro a Roma con il presidente della Commissione Affari costituzionali del Senato, Stefano Borghesi, è stata la Commissione speciale per l'insularità, Michele Cossa.

All'incontro hanno partecipato anche i vari rappresentanti politici che compongono la commissione, che hanno illustrato a Borghesi le ragioni che hanno spinto il consiglio regionale della Sardegna a istituire un organo ad hoc, sollecitando nuovamente il Parlamento a occuparsi della proposta di legge, "così da riconoscere gli svantaggi della condizione insulare e poter intervenire per colmare il gap infrastrutturale e dei collegamenti da e per le Isole".

Un obiettivo che i senatori sardi hanno fatto proprio, chiedendo la calendarizzazione della proposta di legge nella Commissione Affari Costituzionali. E massimo impegno per portare avanti il provvedimento è stato espresso anche dallo stesso Borghesi.

La Commissione speciale per l'Insularità si riunirà martedì, 19 novembre a Cagliari, con all'ordine del giorno l'audizione del Comitato promotore.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...