POLITICA

Il caso

"La bambina portata a Pontida non è di Bibbiano", polemica dopo l'attacco di Selvaggia Lucarelli

La Lega: "La bambina è figlia di genitori di un'associazione che ci ha chiesto di salire sul palco e portare la loro testimonianza. E il nostro palco sarà sempre aperto alla gente e ai cittadini"
matteo salvini sul palco di pontida (ansa)
Matteo Salvini sul palco di Pontida (Ansa)

"Mi comunica un magistrato che la bambina Greta portata da Salvini sul palco di Pontida non è menzionata nell'ordinanza del gip di Reggio Emilia riguardante il 'caso Bibbiano'. Inoltre il suo caso non sarebbe stato neppure tra quelli seguiti dai Servizi Sociali della Val d'Enza".

Sono le parole, via Twitter, di Selvaggia Lucarelli, che è tornata ieri sul caso legato alla presenza di una bambina, Greta, sul palco di Pontida, accanto a Matteo Salvini, sollevando un vero e proprio polverone, e non solo social.

Poco dopo, un altro messaggio. "Confermo tutto perché ho parlato con la madre. La bambina di Pontida non c'entra nulla con Bibbiano. Vive in Lombardia e le case famiglia a cui fu affidata erano a Varese e Como", ribadisce la Lucarelli. "La mamma della bimba di Pontida è stata avvicinata durante una manifestazione su bambini strappati e affidamenti da persone della Lega sotto palazzo Chigi. Le hanno proposto di andare a Pontida e salire sul palco con la figlia. E solo ora Salvini parla di 'altri comuni'. Vergogna".

Matteo Salvini è poi tornato nuovamente sulla vicenda con un cinguettio: "Ringrazio questa mamma e questa bimba, che hanno avuto coraggio: Greta è una delle tante, troppe bambine (decine di migliaia) portate via alla mamma e al papà, a Bibbiano e in altri Comuni Italiani. Greta per fortuna è tornata a casa, altri ancora no", ha scritto Salvini, aggiungendo che "la Commissione d'Inchiesta voluta dalla Lega, e approvata in Parlamento, darà giustizia a queste famiglie".

E anche la Lega ha voluto chiarire circa l'intervento da Pontida con un altro tweet, di Alberto Bagnai. "La parola Bibbiano non viene pronunciata, né si allude all'Emilia, né al PD. Si chiede che i figli non vengano più sottratti ai genitori. Punto. Chi sta strumentalizzando cosa? Giudicate!".

A fargli eco anche la senatrice della Lega Lucia Borgonzoni, ospite del programma "Otto e mezzo" su La7.

"La bambina salita sul palco di Pontida è figlia di genitori di un'associazione che ci ha chiesto di salire sul palco e portare la loro testimonianza. E il nostro palco sarà sempre aperto alla gente e ai cittadini".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...