POLITICA

le consultazioni

Crisi, è il giorno decisivo
Scontro su Di Maio vicepremier

Al via il secondo giro di consultazioni al Colle: il presidente Mattarella darà l'incarico a Conte, ma l'accordo Pd-M5s ancora non c'è
mattarella e conte (ansa)
Mattarella e Conte (Ansa)

Sono cominciate le consultazioni al Quirinale, si parte con le Autonomie e Leu, ma tutto può ancora succedere.

Si può sintetizzare così l'ultimo capitolo dell'estenuante crisi di governo che oggi inevitabilmente dovrà trovare una conclusione. Il clou ci sarà al pomeriggio, quando il Capo dello Stato incontrerà i leader di Partito democratico e Movimento 5 Stelle.

Se si presenteranno all'altare del Colle pronti a unirsi in matrimonio giallorosso non è ancora detto, dopo i colpi di scena delle ultime ore.

Prima il naufragio a un passo, poi lo sblocco della trattativa, ancora una frenata, dunque l'apertura a Giuseppe Conte premier e infine i nuovi nodi che rischiano di far saltare tutto: il ruolo di Luigi Di Maio, che vuole restare sulla poltrona di vicepremier rivendicata invece dal Pd, e la decisione dei 5 Stelle di chiedere il gradimento della base al governo M5s-Pd tramite il voto online sulla piattaforma Rousseau. Dopo il conferimento dell'incarico a Conte, naturalmente, perché prima non si può: il voto dovrebbe essere chiamato almeno 24 prima dell'apertura delle urne virtuali.

Due questioni cruciali che hanno fatto di nuovo irrigidire il Nazareno, che è sembrato pronto a far saltare l'incontro last minute di questa mattina.

NUOVO INCONTRO TRA LE DELEGAZIONI - Vertice invece confermato e regolarmente iniziato alla Camera con l'arrivo delle delegazioni Pd e M5s, impegnate nel confronto sui contenuti.

"Ribadisco che i veti non sono mai positivi", ha constatato il capogruppo al Senato del M5S, Stefano Patuanelli. "Non credo che ci siano veti", ha dichiarato Andrea Marcucci, capogruppo Pd al Senato. "Famiglie, lavoro... parliamo di questo", ha affermato Graziano Delrio. "Stiamo lavorando sul programma. Sugli incarichi si vedrà dopo aver stabilito una base programmatica", ha confermato il coordinatore della segreteria Pd, Andrea Martella.

Se la trattativa Pd-M5S si concluderà positivamente, Mattarella incaricherà Conte tra stasera e domani. Lasciandogli un certo margine per continuare a lavorare su programma e squadra di governo.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...