CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

covid

Virus in discoteca a Carloforte
Scattano le prime restrizioni

Il sindaco vieta gli eventi e impone il coprifuoco alle 24: "Lo scenario è cambiato, dobbiamo tutelare la salute pubblica"
carloforte (foto l unione sarda murru)
Carloforte (foto L'Unione Sarda - Murru)

Scatta il coprifuoco a Carloforte dopo la conferma di altri cinque giovani positivi e il conto che arriva a nove in una sola settimana.

Primo caso in Italia, nell'isola tabarchina è stato deciso un nuovo (parziale) lockdown per arginare potenziali contagi. Locali chiusi dopo le 24, eventi sospesi e stop ai mercatini. E, ovviamente, tamponi a tappeto per tutte le persone ritenute a rischio.

"Adesso occorre che tutti agiscano con la massima responsabilità - ha detto il sindaco Tore Puggioni dopo aver annunciato i nuovi casi di positività al virus - l'Ats ha accertato che questi cinque ragazzi, che fanno parte degli ultimi quindici sottoposti al tampone, hanno passato la serata nella discoteca 'Marlin-Diva' dell'isola. Ora è fondamentale che tutte le persone che quella sera sono state in discoteca si sottopongano a tampone".

Non sono solo le famiglie dei ragazzi che hanno trascorso la serata in discoteca il 31 ad essere preoccupate.

Qualche giorno dopo, esattamente la sera di martedì 4 agosto, tanti giovani hanno partecipato a una festa privata nell'ex ristorante del Fraganà e si teme che anche in quell'occasione il virus abbia trovato campo libero per diffondersi.

"Anche i ragazzi che hanno partecipato a quella festa sono invitati a presentarsi per sottoporsi al tampone - ha infatti puntualizzato il sindaco - lo scenario è cambiato e dobbiamo favorire tutte le iniziative che tutelano la salute pubblica anche a costo di scegliere dolorosamente di dover applicare misure ancora più restrittive".

(Unioneonline)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}