CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

al via

Spiagge sicure a Porto Torres: parte il salvamento a mare

Il litorale sarà presidiato fino al 15 settembre
la spiaggia di balai (foto m pala)
La spiaggia di Balai (foto M. Pala)

Sicurezza nelle spiagge del Comune di Porto Torres. Sarà la società Vosma a svolgere, per la stagione balneare 2020, il servizio di sorveglianza nelle spiagge libere, di salvamento a mare e di assistenza alle persone in condizioni di inabilità che frequentano il litorale della costa turritana. E' il progetto "Spiagge sicure 2020" messo a punto dall'amministrazione comunale, un servizio da attivare nelle spiagge di Balai, Scoglio Lungo e Acque Dolci, per un periodo massimo di 62 giorni, compreso tra il 1 luglio ed il 15 settembre 2020, dalle ore 8.30 alle ore 19.30 di ciascun giorno.

Nella spiaggia denominata "Cala Sabina" presso l'isola Parco Nazionale dell'Asinara, i bagnini e i servizi connessi al salvamento a mare saranno attivati dal 1 al 31 agosto nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 8.30 alle ore 19.30.

Durante tale periodo, la prestazione dovrà includere l'assistenza alle persone in condizioni di inabilità da svolgersi nella spiaggia "Scoglio Lungo", compresa l'installazione e la ripresa, a fine servizio, delle necessarie passerelle e sedie per la balneazione assistita delle persone con ridotta capacità di deambulazione. Il progetto prevede anche la delimitazione dello specchio acqueo antistante la spiaggia della "Farrizza", mediante posizionamento di un numero adeguato di boe. In tutte le spiagge dovrà attuarsi l'attività di vigilanza circa il rispetto delle disposizioni inerenti il contrasto e la prevenzione della diffusione epidemiologica da Covid-19.

La società Vosma assicura che "le postazioni fisse, saranno allestite con torrette nelle spiagge denominate Balai, Scoglio Lungo, Acque Dolci - spiegano i responsabili della società - mentre nella spiaggia dell'Asinara si potrà allestire una postazione senza torretta, e nell'arenile di Balai dovrà essere posizionata una ulteriore passarella per disabili dallo scivolo di accesso alla battigia".

In ogni spiaggia ci sarà una postazione attrezzata per il salvataggio, punto di primo soccorso e di assistenza generale alle persone in condizioni di inabilità, solo allo Scogliolungo, completa di torretta di avvistamento, di corsia di delimitazione area postazione e di area di lancio sino al bagnasciuga. Oltre a determinate attrezzature, la società dovrà avere la disponibilità di un automezzo da impiegare per lo svolgimento delle attività operative ed il soddisfacimento delle esigenze ordinarie e straordinarie di supporto ai servizi di salvamento a mare e di assistenza ai disabili. Infine, si dovranno mettere a disposizione numero due defibrillatori semiautomatici, i quali, per ogni eventuale necessità d'uso, saranno disponibili ai soggetti abilitati, nell'esclusivo interesse dei bagnanti e di chi staziona nel lido.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}