CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

la missione

La Brigata Sassari assume il comando di Unifil

Un primo contingente è già partito per il Libano
militari della brigata sassari (archivio l unione sarda)
Militari della Brigata Sassari (Archivio L'Unione Sarda)

La Brigata Sassari tra poche settimane assumerà il comando del contingente italiano e del settore ovest di Unifil, l'interforze delle Nazioni Unite posizionato nel Libano del Sud e diretto a garantire il rispetto della risoluzione 1701 dell'11 agosto 2006 del Consiglio di sicurezza dell'Onu.

I preparativi sono iniziati in questi giorni col trasferimento dei primi Sassarini che saranno dislocati per sei mesi in Medio Oriente, a guidare per la seconda volta la missione di pace dell'Onu.

I Dimonios si occuperanno di monitorare lo stop alle ostilità tra Israele e Libano e aiuteranno il governo libanese a garantire la sicurezza dei suoi confini. Inoltre assisteranno la popolazione civile e sosterranno le forze armate libanesi nelle operazioni di sicurezza e stabilizzazione dell'area.

Al comando dell'operazione "Leonte" ci sarà il generale Andrea Di Stasio della Brigata Sassari, a capo di 3mila e 800 caschi blu di 16 nazionalità.

Il contingente comprende mille militari italiani, tra i quali 450 Sassarini, il cui primo gruppo è partito in questi giorni dall'aeroporto di Cagliari Elmas a bordo di un velivolo dell'Aeronautica militare.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}