CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

niente acqua

Rubinetti all'asciutto a Soleminis: la rabbia e il super lavoro degli amministratori

Il sindaco: "Pronta la relazione da inviare ad Abbanoa e alla Protezione civile"
nel riquadro il sindaco di soleminis rita pireddu (foto loi)
Nel riquadro il sindaco di Soleminis, Rita Pireddu (foto Loi)

"Non possiamo più tollerare questi disservizi", così Rita Pireddu, sindaco di Soleminis, all'ennesima interruzione nell'erogazione dell'acqua. Gli amministratori, sulla spinta anche della continue segnalazioni da parte dei cittadini, dal pomeriggio di ieri e fino a notte fonda hanno provveduto a segnalare ad Abbanoa e alla Protezione Civile l'interruzione dell'erogazione dell'acqua. "Siamo stati in comunicazione costante da ieri e fino a stamattina con Abbanoa e con la Protezione Civile. Lo stesso vicesindaco, Corrado Murgia, ieri alle 15, alla prima avvisaglia di possibile interruzione, ha contattato il call center di Abbanoa (passo obbligatorio perché la segnalazione venga registrata) comunicando immediatamente la diminuzione della pressione, preambolo ad eventuale interruzione", continua il primo cittadino. Una ulteriore segnalazione è stata fatta da Gabriele Caparrelli, assessore all'Istruzione e ai servizi sociali, perché il prolungarsi del disservizio significa lasciare chiuse le scuole e avvisare le famiglie: "Mi è stato riferito che ci stavano lavorando".

Da Abbanoa, intanto, è giunta la rassicurazione che la valvola causa del problema era stata sistemata. "Sistemata, ma questa è andata in blocco - spiega il sindaco Pireddu -. Infatti il vicesindaco all'una di notte ha evidenziato il fatto che i rubinetti fossero ancora asciutti, significava (viste le esperienze precedenti degli ultimi dieci anni) che il reale guasto non era stato riparato o che se ne fosse presentato un altro. E infatti così è stato".

Anche questo è stato puntualmente segnalato nottetempo e nei modi consentiti. A questo si aggiunge poi che l'eventuale utilizzo dell'autobotte può essere richiesto se l'acqua manca almeno 24 ore. Al di là del fatto che entro le 11 di stamattina l'erogazione è stata ripristinata. "Non siamo più disponibili a tollerare questa situazione, tanto più che il problema si è presentato più volte nell'ultimo mese (e, sempre, in giorni festivi o prefestivi) - continua Rita Pireddu - abbiamo predisposto una relazione che invieremo in giornata ad Abbanoa e alla Protezione Civile".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}