CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

il dramma

Omicidio-suicidio di Quartu, l'ultima volontà dei coniugi: "Niente funerali, vogliamo essere cremati"

In corso l'autopsia sui corpi di Benito Lai e Annalisi Ravenna. La Polizia ha trovato una lettera scritta prima del gesto estremo
il luogo della tragedia (l unione sarda) nei riquadri i due coniugi
Il luogo della tragedia (L'Unione Sarda). Nei riquadri i due coniugi

Il medico legale Roberto Demontis è arrivato al Policlinico di Monserrato per eseguire la perzia necroscopica sui corpi dei due anziani coniugi trovati ieri mattina senza vita nella loro auto nel cortile di casa nel quartiere di campagna di "Secca s'arrideli", territorio di Quartu.

Una perizia voluta dal magistrato per fugare ogni dubbio sulla dinamica dello sconvolgente episodio.

I fatti sono noti: secondo le indagini degli agenti del Commissariato di Quartu, l'uomo, Benito Lai di 86 anni, avrebbe sparato un colpo di pistola la moglie Annalisa Ravenna, per poi togliersi la vita con la stessa pistola, peraltro legalmente detenuta.

Un gesto voluto, preparato, visto che la polizia ha recuperato una lettera nella quale si parlerebbe della volontà dei due coniugi di non volere funerali e di essere cremati.

Una vicenda che ha scosso la famiglia, gente conosciuta e stimata, ma anche il quartiere di S'erralonga, dove la coppia di pensionati viveva da una decina d'anni.

Probabilmente oggi stesso, il magistrato consegnerà le salme ai familiari per la cremazione.

Le indagini sono state condotte dal Commissariato di Quartu guidato dal dirigente Fabrizio Selis e dal commissario aggiunto Gianni Noto, in collaborazione con la Squadra mobile e la Scientifica della Questura.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...