CRONACA SARDEGNA - OGLIASTRA

la decisione del gip

Bari Sardo, morto per una spinta: scarcerato il 19enne Daniel Loi

Per il gip non ci sono gli estremi per applicare misure cautelari, non sussiste il pericolo di fuga né quello di reiterazione del reato
da sinistra daniel loi il luogo della tragedia e la vittima (archivio l unione sarda)
Da sinistra: Daniel Loi, il luogo della tragedia e la vittima (archivio L'Unione Sarda)

È tornato in libertà Daniel Loi, il 19enne di Bari Sardo arrestato ieri perché accusato della morte di Massimo Piroddi, l'operaio che è caduto a terra e ha battuto la testa dopo uno spintone al culmine di una lite tra i due.

L'arresto non è stato convalidato perché non effettuato in flagranza e, soprattutto, il gip Giampaolo Piana ha ritenuto di non dover applicare alcuna misura cautelare, non sussistendo né il pericolo di fuga né quello di reiterazione del reato.

Loi è accusato di omicidio preterintenzionale. Sentito dagli inquirenti, il giovane ha risposto alla domande del magistrato e fornito la sua versione dei fatti: "C'è stata una lite tra di noi, ma non lo volevo uccidere", ha detto.

Oggi è stato anche dato l'incarico al medico legale, che ha già iniziato l'autopsia sul corpo della vittima per capire l'esatta causa della morte.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}