CRONACA SARDEGNA - OGLIASTRA

lanusei

Ogliastra, caccia al piromane: la Procura apre un fascicolo

Il procuratore intende approfondire l'origine delle fiamme che hanno devastato Tortolì e Bari Sardo. Si indaga su un agricoltore
il rogo sul litorale di tortol (foto corpo forestale ansa)
Il rogo sul litorale di Tortolì (foto Corpo forestale/Ansa)

Il procuratore di Lanusei, Biagio Mazzeo, aprirà oggi un fascicolo contro ignoti in relazione agli incendi che sabato a Tortolì e ieri a Bari Sardo, hanno devastato la Sardegna distruggendo quadi 900 ettari di macchia mediterranea e mettendo in pericolo anche migliaia di persone che sono state evacuate da camping e case private.

Le indagini sono svolte dal Corpo forestale che, in particolare nel caso di Tortolì, ha individuato il punto di innesco: si tratta di un terreno a ridosso della spiaggia di Orrì. In quell'area un agricoltore stava bruciando delle frasche e su di lui e le sue responsabilità sono in corso accertamenti.

"Gli incendi - ha detto il procuratore - sono stati vasti e su più punti, difficile credere che sia stata l'imprudenza contemporanea di diversi agricoltori. Tuttavia saranno le indagini a fare luce su questo punto e sulle eventuali responsabilità. Per il momento, non avendo riscontri più precisi, ipotizziamo l'incendio doloso e quindi l'ipotesi di reato più grave".

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...