CRONACA SARDEGNA - GALLURA

il caso

Tempio, poliziotta sotto processo disconosce l'autorità del giudice

Alla donna, 55 anni, viene contestata l'occupazione abusiva di due villette a Marinella (Olbia)
il tribunale di tempio (archivio l unione sarda)
Il tribunale di Tempio (Archivio L'Unione Sarda)

Atti in Procura per un episodio avvenuto nei giorni scorsi a Tempio.

Il pubblico ministero Luciano Tarditi ha acquisito la documentazione di un procedimento penale che vede imputata una poliziotta di 55 anni, accusata di avere occupato abusivamente, con i suoi familiari, due villette sottoposte a sequestro penale. Gli immobili si trovano a Marinella (Olbia). La donna ha sempre respinto le contestazioni della Procura. Stando alle informative dei Carabinieri di Olbia e Porto Rotondo, la poliziotta occupa da due anni senza alcun titolo gli edifici intestati a una società di Milano. Nel corso dell'udienza davanti al giudice di Tempio Camilla Tesi, è emerso che la poliziotta ha inviato una nota alla Procura gallurese, al ministero della Giustizia, al Csm e alla Procura generale, con la quale disconosce l'autorità giudiziaria: si tratta di una sorta di diffida a proseguire il processo.

Il sostituto procuratore Luciano Tarditi ha acquisito la lettera e aperto un nuovo fascicolo sulla vicenda. Le villette occupate, secondo il pm abusivamente, sono state poste sotto sequestro dal Tribunale di Milano, nell'ambito di un'indagine internazionale riguardante un politico ucraino. La poliziotta (attualmente in aspettativa) presta servizio presso il Commissariato di Olbia.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}