CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

l'incontro

Maracalagonis, nuova tappa del percorso del "Distretto rurale"

Agricoltori e amministratori faccia a faccia per il rilancio del territorio
la riunione a maracalagonis (foto andrea serreli)
La riunione a Maracalagonis (foto Andrea Serreli)

Nuovo incontro stasera a Maracalagonis per presentare il "Distretto rurale Sant'Isidoro".

Nella casa campidanese "Su coru de Mara", si sono ritrovati agricoltori, amministratori dei Comuni di Maracalagonis, Quartucciu e Quartu, tecnici di Laore, Campagna amica e la Coldiretti che sta pilotando l'ambizioso progetto.

La bozza del progetto va avanti attraverso questi incontri mirati a recepire le richieste della base. Dopo il primo incontro a Sant'Isidoro di Quartucciu, ecco quindi il secondo dibattito di questo percorso che conoscerà presto la sua terza tappa a Quartu. Tre grossi Comuni della Città metropolitana che scommettono sul progetto, con cultura, turismo e tanti prodotti doc della terra, da proporre per far girare l'economia, oggi in crisi.

Di certo, Maracalagonis (al pari di Quartu e Quartucciu), ha tanto da proporre all'interno del futuro distretto: Sa tomata maresa, le patate, il pane, le colture orticole, l'uva da tavola, gli straordinari vini della cantina. E poi tanto turismo e cultura in un territorio, come sostiene il vicesindaco Gianna Serra, "davvero di grandi potenzialità". La cantina ad esempio sta crescendo con un numero di bottiglie di ottimi vini in aumento e con un mercato sicuro.

Per il presidente della stessa Cantina Giuseppe Farci "il Distretto rurale-può diventare davvero vincente in un territorio che vanta delle eccellenze che, facendo quadrato, possono garantire nuove prospettive di crescita".

Ma è tutto il comparto "agricoltura-turismo-cultura" che, così come viene prospettato e viste le esperienze positive in altre parti dell'isola, può offrire un ventaglio di prospettive straordinarie.

Tutti assieme insomma, per superare la crisi in un territorio vastissismo, ricco di tradizioni e ottime produzioni nei campi.

Il presidente provinciale della Coldiretti Giorgio Demurtas commenta: "L'obiettivo è costruire un percorso di integrazione fra i prodotti della terra, il turismo e la cultura che sia veramente capace di rilanciare l'economia di questo splendido territorio".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}