CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

nuove restrizioni

Il Consiglio regionale sardo chiude ai visitatori

L'attività di via Roma sarà limitata al massimo: annullate le sedute delle commissioni
l aula del consiglio regionale (archivio l unione sarda)
L'Aula del Consiglio regionale (Archivio L'Unione Sarda)

Restrizioni a causa dell'emergenza coronavirus anche nel Consiglio regionale della Sardegna.

L'attività del Palazzo di via Roma, a Cagliari, sarà limitata al massimo: già da domani sono state annullate tutte le sedute delle commissioni consiliari, ad eccezione di quelle urgenti che, comunque, dovranno svolgersi nella massima sicurezza e senza persone estranee. Inoltre l'accesso al Palazzo sarà vietato ai visitatori.

Lo ha deciso, sentiti i capigruppo e i questori, il presidente dell'Assemblea Michele Pais per adempiere alle disposizioni ministeriali e regionali sulle misure da adottare.

"La nostra attività istituzionale subirà un rallentamento, ma non si fermerà - ha precisato - saranno vietate riunioni e assembramenti e nel caso di sedute urgenti saranno rispettate tutte le misure di sicurezza. Dobbiamo essere noi a dare l'esempio".

Anche Pais, come l'assessore della Sanità Nieddu, ha rinnovato l'appello alla responsabilità: "Sono fiducioso che questo periodo di emergenza sanitaria sarà molto limitato, ma chiedo a tutti i sardi, soprattutto ai giovani, di avere comportamenti responsabili e di attenersi scrupolosamente alle prescrizioni. Solo così potremo vincere tutti insieme questa battaglia sanitaria e ritornare al più presto alla vita normale".

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}