CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

ambiente

La petizione per salvare le coste della Sardegna ha superato le 17mila firme

Si chiede alla Giunta Solinas di mantenere il vincolo di inedificabilità nella fascia dei 300 metri dalla battigia, fatto a pezzi dal piano casa
(archivio l unione sarda)
(Archivio L'Unione Sarda)

La petizione popolare online per la salvaguardia delle coste sarde ha superato le 17mila firme.

Gli aderenti si rivolgono al Mibac, al presidente della Regione Christian Solinas e al presidente del Consiglio regionale Michele Pais e chiedono di mantenere i vincoli di inedificabilità nella fascia dei 300 metri dalla battigia, stabiliti dalle norme vigenti e dalla disciplina del piano paesaggistico regionale.

La petizione, promossa dall'associazione ecologista Gruppo d'Intervento Giuridico onlus, è stata sottoscritta non solo dai sardi, anche da turisti del resto d'Italia e stranieri. Nel mirino il piano casa della Giunta Solinas che permette di costruire anche a ridosso delle coste.

"Chiunque ama la Sardegna la difende e si oppone agli ennesimi tentativi di una classe politica miope che vorrebbe destinare la parte più pregiata del territorio isolano a incrementi volumetrici speculativi nella fascia costiera che impoverirebbero ambiente e futuro dei sardi. Abbiamo difeso, difendiamo e difenderemo la nostra terra, millimetro per millimetro", osserva l'associazione.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}