CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

dopo l'arresto

Caso Scanu, l'ex presidente di Confindustria Sardegna sarà sentito in carcere

Nell'ordine di arresto, il gip elenca fallimenti per 60 milioni di euro. Il difensore è pronto al Riesame

È previsto per domani mattina l'interrogatorio in carcere dell'ormai ex amministratore delegato di Sogaer, la società di gestione dell'aeroporto di Cagliari, Alberto Scanu, arrestato sabato per una decina di fallimenti di società a lui riferibili e un buco stimato in 60 milioni di euro.

Subito dopo l'interrogatorio di garanzia, il difensore Rodolfo Meloni è pronto a presentare istanza di scarcerazione al Tribunale del Riesame.

Sempre domani, ma negli uffici del gip Giampaolo Casula, si terranno anche gli interrogatori della sorella dell'ex numero uno di Confindustria Sardegna, Laura Scanu, finita ai domiciliari assieme al commercialista Giovanni Pinna, 53 anni di Quartu, difesi dagli avvocati Maria Chelo e Pietro Alberto Ippolito.

A Milano, infine, sarà sentito Giuseppe Valdemaro Peviani, il terzo indagato per il quale il giudice ha ordinato la custodia cautelare ai domiciliari.

Secondo le accuse, Scanu con la sorella e altri indagati (in tutto le persone coinvolte nell'inchiesta sono 12) avrebbero svuotato e poi fatto fallire una decina di società: trenta le imputazioni contestare tra bancarotta, semplice, fraudolenta, con distrazioni e altri reati.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...