CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

I controlli

"Furbetti" dello scontrino: tre provedimenti di chiusura fra Cagliari e Villasimius

Dall'inizio dell'anno a oggi sono già 35 i provvedimenti di chiusura disposti sul territorio dalla Guardia di Finanza
foto guardia di finanza
Foto Guardia di finanza

Proseguono anche nell'Isola i controlli della Guardia di Finanza volti a sanzionare eventuali irregolarità delle attività commerciali, anche con specifico riferimento all'emissione delle obbligatorie ricevute fiscali.

E proprio in questi ultimi giorni, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari hanno dato esecuzione a tre provvedimenti di chiusura nei confronti di altrettanti esercenti nei cui confronti è stata accertata la quarta mancata emissione di scontrino in cinque anni.

Si tratta di un piccolo emporio e di un negozio di abbigliamento, entrambi a Cagliari e di un'attività di noleggio di attrezzature nautiche a Villasimius, nei cui confronti è stata accertata la quarta mancata emissione in un lustro: il periodo di chiusura disposto è di 7 giorni nel primo caso, 28 nel secondo e 16 nel terzo.

Nel complesso, dall'inizio dell’anno ad oggi, i Finanzieri del Comando Provinciale di Cagliari hanno riscontrato la quarta mancata emissione dello scontrino e della ricevuta fiscale in 19 circostanze e hanno dato esecuzione a 35 provvedimenti di chiusura.

Con riferimento alla durata del provvedimento, la maggior incidenza (9, pari al 26% dei casi) la si riscontra per chiusure disposte per il periodo minimo di 3 giorni.

In 3 circostanze (9%) è stata comminata la sanzione pari a 30 giorni (pena massima quando il totale dei corrispettivi oggetto di contestazione è inferiore a 50mila euro; quando si supera detta soglia, la sospensione è disposta per un periodo compreso tra uno e 6 mesi).

Riguardo le categorie commerciali interessate dalle disposizioni di chiusura, in 13 casi (38%) si è trattato di negozi di abbigliamento, in 4 occorrenze ciascuno (11%) alimentari, parrucchieri e piccoli empori, in 3 circostanze (9%) venditori ambulanti, 2 riscontri (6%) per le attività di ristorazione e un episodio ciascuno (3%) per attività di affittacamere, commercio di frutta e verdura, noleggio attrezzature per la spiaggia, noleggio di attrezzature nautiche e commercio di tessuti.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...