CULTURA

Il comune

Monteleone Roccadoria punta sul turismo ecologico, in arrivo un hotel e opere pubbliche

Previsti - e già finanziati - numerosi interventi di riqualificazione
la zona centrale di monteleone roccadoria (foto amministrazione comunale)
La zona centrale di Monteleone Roccadoria (foto amministrazione comunale)

Monteleone Roccadoria è un gioiello da preservare. Con i suoi 110 abitanti è il più piccolo comune del sassarese, che chiude un ipotetico triangolo con Sassari e Alghero, dai quali dista 41 e 37 km. Il paese è disposto ad un'altezza di 400 metri, nel cucuzzolo di un grande anfratto roccioso, a picco sul lago Temo e raggiungibile da una suggestiva strada con secchi tornanti. L'Amministrazione punta molto sul settore turistico: del resto il territorio incantevole, la pulizia e l'ordine del paese, l'aria medioevale che si respira con il castello dei Doria ( XIV secolo), le vecchie cave di tufo, sono il massimo per un visitatore che cerca la tranquillità e la magia dell'interno della Sardegna.

Sindaco di Monteleone Roccadoria, da tre legislature, è Antonello Masala, 55 anni, impiegato. Uno dei suoi primi obbiettivi è innanzitutto fermare l'emorragia dello spopolamento, vera piaga di queste realtà.

"La popolazione è avanti con gli anni - spiega il primo cittadino - l'età media è di circa 60 anni, ma stiamo facendo il possibile per non far allontanare i pochi giovani rimasti".

L'Amministrazione comunale ha investito risorse su un progetto importante: un albergo da 50 posti, realizzato nell'ex scuola elementare. Presto verrà indetto un bando di gara per la sua gestione e una delle condizioni sarà l'impiego di qualche giovane locale. Una sfida che si potrebbe rivelare vincente. All'estremità del paese sorgono inoltre le vecchie cave di tufo (chiuse nel 1985), in cui recentemente è sorto il cosiddetto "Parco Avventura", che ora sarà impreziosito da un'illuminazione appropriata e da una zona picnic, per un investimento di circa 170 mila euro. All'ingresso della ripida salita che porta a Roccadoria sta per essere realizzato un ampio piazzale di sosta, con vista sul lago, in cui verrà installata la splendida fontana della vecchia cantoniera (100 mila euro). Verrà sistemato anche l'ingresso del paese, all'altezza delle ultime curve, salvaguardando il vecchio costone. Nell'intervento è compresa la riqualificazione della stradina che porta alla torre del castello dei Doria. Tutto questo grazie ad un contributo regionale di 250mila euro.

"L'impegno che come Amministrazione stiamo ponendo per portare avanti il nostro programma è massimo - commenta il sindaco Antonello Masala - Abbiamo solo 5 dipendenti, che però lavorano duro, cercando di fare il possibile. Sono convinto che con il decollo dei progetti elencati Monteleone Roccadoria sarà ulteriormente valorizzata, rivolgendosi soprattutto una fetta di mercato molto importante del turismo sardo, italiano ed internazionale: quella del turismo ecologico".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}