CULTURA

I dati

Libri che passione, nell'Isola si conserva l'abitudine alla lettura

Secondo il rapporto diffuso dall'Istat, in Sardegna la percentuale di lettori è pari al 44,7% contro la media del Sud del Paese pari al 26,7%
immagine simbolo (foto da pixabay)
Immagine simbolo (foto da pixabay)

Sardi appassionati di libri e lettura? Secondo il rapporto diffuso dall'Istat sull'Editoria e la lettura di libri nel 2018, nell'Isola poco meno di una persona su due (il 44,7%) continua a conservare la passione per i testi. E in netta controtendenza con il dato del sud del Paese, dove la quota di lettori si attesa attorno a una media del 26,7%.

Con riferimento ai dati nazionali, l'abitudine alla lettura è molto più diffusa nei Comuni dell'area metropolitana, dove si dichiara lettore poco meno della metà degli abitanti (49,2%) mentre la quota scende al 36,1% nei Comuni con meno di 2mila abitanti.

Anche il livello di istruzione si conferma elemento determinante: legge libri il 73,6% dei laureati (75,0% nel 2015), il 46,7% dei diplomati e solo il 26,5% di chi possiede al più la licenza elementare.

La lettura è poi fortemente influenzata dall'ambiente familiare: i bambini e i ragazzi sono certamente favoriti se i genitori hanno questa abitudine. Ad esempio, tra i ragazzi sotto i 18 anni legge il 74,9% tra chi ha madre e padre lettori e solo il 36,2% tra coloro che hanno entrambi i genitori non lettori.

Nel 2018, poco meno della metà dei lettori (46,5%) dichiara di aver letto tre libri nei 12 mesi precedenti l'intervista: si tratta dei cosìddetti ''lettori deboli'' tra i quali si ritrovano la metà dei lettori maschi (50,2%) e delle persone tra 11 e 17 anni (48,6%), gli individui con al più la licenza media (52,6 %) e i residenti nel Sud (58,7%).

Solo il 14,3% si annovera tra i ''lettori forti'' (con almeno 12 libri letti nell'ultimo anno), valore stabile rispetto al 2017.

La maggiore propensione delle donne alla lettura si ritrova anche nell'intensità della lettura: il 15,3% dichiara di leggere in media un libro al mese contro il 12,9% degli uomini.

Nel 2018 una famiglia su dieci non ha alcun libro in casa, valore costante da quasi un ventennio. Anche nei casi in cui è presente una libreria domestica, il numero di libri disponibili è molto contenuto: il 31% delle famiglie possiede non più di 25 libri e il 64% ha una libreria con al massimo 100 titoli . Tra le persone che dichiarano di disporre di oltre 400 libri in casa, circa una su cinque (23,1%) non ne ha letto nemmeno uno.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...