CULTURA

"Non volevo morire vergine": il riscatto di una giovane reduce da un tragico incidente a 15 anni

Barbara Garlaschelli aveva solo 15 anni quando è rimasta coinvolta in un tragico incidente stradale.

Da quel giorno la sua vita è cambiata.

"Sono bloccata in sedia a rotelle, con gran parte della mobilità fuori uso, per questo ho dovuto ricostruirmi".

Lo racconta nella sua biografia "Non volevo morire vergine". Un proposito non soltanto fisico, ma di vita: "Non volevo privarmi di affetti, di conoscenza, di sensualità, di femminilità", spiega l'autrice.

Una tragedia che avrebbe potuto annientarla e che invece ha segnato la sua rinascita come donna e come scrittrice.

"È stato difficile", spiega Garlaschelli, "ma a un certo punto della mia vita ho capito che volevo riconquistare tutto quello che mi ero persa. Con il mio libro volevo far capire che anche i disabili hanno diritto ad avere una vita".

(Redazione Online/P)

IL VIDEO:

La copertina del libro
La copertina del libro

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...