CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

Perde due dita per un petardo: Siligo, bimbo in coma farmacologico

l ospedale marino di cagliari (archivio unione sarda)
L'ospedale Marino di Cagliari (archivio Unione Sarda)

Ha trascorso la prima notte nel reparto Rianimazione dell'Ospedale Marino di Cagliari il bambino di 10 anni che sabato è rimasto ferito in seguito all'esplosione di un grosso petardo a Siligo, all’esterno di un impianto sportivo.

Secondo quanto si è appreso, il bimbo ha perso due dita della mano destra e le sue condizioni di salute restano gravi a causa di altre complicazioni. Per lui potrebbe essere necessario un nuovo intervento chirurgico. Ora è in prognosi riservata in coma farmacologico.

Il drammatico episodio è avvenuto al termine della partita fra Siligo-Pozzomaggiore, valida per il campionato di Prima categoria: il piccolo era al campo per vedere il match, visto che il fratello maggiore milita nella squadra di casa.

Proprio fuori dal centro sportivo avrebbe trovato il petardo e lo avrebbe raccolto da terra. Quindi avrebbe raggiunto il padre e il fratello, chiedendo loro cosa fosse quell'oggetto. A quel punto è avvenuta l'esplosione.

Il bambino è stato soccorso da un medico e da infermiere che si trovavano nelle vicinanze, poi trasportato da un'ambulanza del 118 a Sassari, dove ha subìto un primo intervento chirurgico.

Successivamente è stato trasferito in elicottero nel capoluogo.

Sull'accaduto indagano i carabinieri, che hanno ascoltato vari testimoni e acquisito alcuni filmati.

IL SERVIZIO DEL TG DI VIDEOLINA:

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...