CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

Presa a roncolate dal marito: proposta medaglia per i due soccorritori di Sant'Antioco

l incontro al comune con il sindaco i carabinieri la vittima del tentato omicidio e i due eroi
L'incontro al comune con il sindaco, i carabinieri, la vittima del tentato omicidio e i due eroi

Il comune di Sant'Antioco ha proposto al ministero dell'Interno di concedere la Ricompensa al Valore Civile a Daniele Protopapa e Giuseppe Pau, per "il gesto di coraggio e alto senso civico" compiuto dai due giovani che il 17 luglio scorso, in piazza Umberto, con il loro intervento hanno salvato la vita di una donna 66enne, che il marito Antioco Tardini (oggi accusato di tentato omicidio) stava prendendo a roncolate.

Questa mattina il sindaco di Sant'Antioco Ignazio Locci, assieme al maresciallo dei carabinieri Antonio Manicone, ha incontrato la vittima dell'aggressione - Maria Teresa Garia - e i due giovani.

"Quello accaduto il 17 luglio scorso è un fatto gravissimo - è il commento del primo cittadino - che non può essere cancellato in nessun modo. Si tratta di tragedie che non finiscono con le dimissioni dall'ospedale, ma ci rasserena sapere che la signora oggi stia meglio e abbia potuto incontrare i suoi soccorritori. Nella nostra comunità ci sono persone che non girano la testa da un'altra parte e trovano il coraggio di intervenire, mettendo a rischio la propria vita".

Daniele Protopapa è nato a Patù (Lecce) ed è sottoufficiale della Guardia Costiera, Giuseppe Pau è un cittadino antiochense. Si trovavano sul luogo dell'accaduto per caso, e non hanno esitato a intervenire, nonostante la pericolosità della situazione. Non fosse stato per loro l'aggressione di Antioco Tardini si sarebbe trasformata nell'ennesimo femminicidio.

Per questo il sindaco e il maresciallo Manicone hanno proposto la concessione della Ricompensa al Valore Civile per i due giovani. Tutta la documentazione è stata trasmessa alla Prefettura: "Siamo certi che ci siano tutti i presupposti per concedere l'encomio civile ai due ragazzi: è una riconoscenza che di fatto vale poco, ma che ha un infinito valore morale".

La Ricompensa al Valore Civile è concessa per premiare atti di eccezionale coraggio e virtù civica e per segnalarne gli autori come degni di pubblico onore. Materialmente consiste in una Medaglia d'oro, d'argento o di bronzo e in un attestato di pubblica benemerenza.

(Unioneonline/L)

LA TESTIMONIANZA DI UNO DEGLI EROI - VIDEO

LA VICENDA

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...