#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Io, maleducato con il cane in spiaggia a Maimoni, e quella multa che non ammette ignoranza"

Il racconto di un lettore e della sua disavventura nella spiaggia di Maimoni
(foto www pixabay com)
(foto www.pixabay.com)

"Cara Unione,

ho letto l’articolo pubblicato martedì 18 agosto su vostro quotidiano e riguardante 'i maleducati che arrivano con i cani dove non è consentito'.

A riguardo vorrei raccontare cosa mi è capitato proprio a Maimoni lunedì 17 agosto.

Con la mia famiglia e la nostra cagnetta di piccola taglia, di 4 mesi, decidiamo di visitare proprio Maimoni perché come ampiamente pubblicizzato su internet attrezzata di spiaggia per cani.

Arrivo alle 10.30 sul luogo e nel parcheggio cerco indicazioni, qualche cartello informativo su dove fosse il tratto di spiaggia dedicato ai possessori di cani. Unica segnalazione un volantino su un palo 10x10 con cane disegnato e freccia direzionale che indica una strada sterrata. Vado allora avanti per un lungo tratto, vedo diramarsi dei piccoli sentieri accessibili solo a piedi, non trovo nessuna indicazione relativa all’accesso per cani.

Torno allora indietro e chiedo informazioni al bar e al personale ausiliare dei parcheggi. Mi indicano lo sterrato che avevo già percorso, mi specificano di percorrere uno di quelli dove finiscono i cartelli di divieto di sosta.

Sono ormai le 11.30, con famiglia e cane in braccio a mio figlio, finalmente, vedo il mare e la spiaggia, vedo anche due vigili della polizia locale, mi avvicino a loro per avere conferma se mi trovo nel tratto di spiaggia dedicato ai possessori di cani.

Il risultato? Risposta sgarbata, al limite (questa sì) della maleducazione, richiesta di documenti che fornisco non capendo bene il perché e allontanamento giacché stavano verbalizzando e dovevo stare a distanza.

Ho mandato la mia famiglia, cane compreso, verso l’auto perché senza aver istallato ombrelloni con quarantatré gradi non si stava benissimo.

Io ho atteso pazientemente fino alle 12 che mi appioppassero un verbale di 50 euro perché non ero nell’area consentita, ho provato a spiegare che il cane non ha neanche toccato il suolo di Maimoni, (e penso che mai ci tornerà) risposta: 'La legge non ammette ignoranza'. È vero, l'ignoranza no ma forse il buon senso sì!".

Antonio Garau

P.S. con i miei 50 euro installateli due cartelli indicativi, ci saranno molto meno maleducati.

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}